RSS

Archivi categoria: Appunti grammaticali

Personal pronoun chart

personal-pronouns

tabella dei pronomi personali inglesi


Creative Commons ~ some rights reserved

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 11 dicembre 2016 in Appunti grammaticali, pronouns

 

Tag: , , , , , ,

Some words can be quite tricky

quite

quite = abbastanza / piuttosto / discretamente / sufficientemente / proprio

Senza dubbio è la traduzione più consueta – abbastanza – che trae facilmente in errore quando si ha a che fare con l’avverbio quite in inglese. Il problema nasce dal fatto che abbastanza esprime due concetti diversi e, anche se la differenza tra questi due concetti spesso risulta trascurabile in italiano, in inglese si usano due termini ben diversi:

  • abbastanza (piuttosto) = quite (semplice valutazione di misura)
  • abbastanza (sufficientemente) = enough (valutazione di misura relativa a qualcosa)

Quindi, prima di tradurre dall’italiano all’inglese bisogna soffermarsi e riflettere un attimo se il senso è piuttosto oppure sufficientemente.

  • La macchina di Bob è abbastanza (piuttosto) grande.
    • Bob’s car is quite big.
  • La macchina di Bob è abbastanza grande per tutti noi.
    • Bob’s care is big enough for all of us.
  • Il fratello di Jane è abbastanza (piuttosto) forte.
    • Jane’s brother is quite strong.
  • Il fratello di Jane è abbastanza forte per proteggerla.
    • Jane’s brother is strong enough to protect her.
  • Tom è abbastanza (piuttosto) grande (di età).
    • Tom is quite old.
  • Tom è abbastanza grande per guidare la macchina.
    • Tom is old enough to drive a car.

Continua a leggere…

 
4 commenti

Pubblicato da su 2 dicembre 2016 in adverbs, Appunti grammaticali, Lessico, words-in-action

 

Tag: , , ,

Eight shades of abundance

degrees-of-quantity

Otto sfumature di abbondanza

Dubito che questa mia pubblicazione possa ottenere lo stesso successo delle celebri “cinquanta sfumature di grigio“, ma forse per qualcuno potrebbero risultare persino più utili. Chissà. L’idea, intanto, è quella di gettare un po’ di luce sui più comuni modi di esprimere quantità in inglese, smistandoli, mettendoli in ordine crescente, e assegnando un punto di riferimento orientativo ad ogni sfumatura. Ho preferito non entrare in merito alla grammatica specifica per ogni modo di dire perché non è quello lo scopo dell’articolo e perché renderebbe meno immediato l’effetto schematico. Invece, laddovè ho già pubblicato qualcosa al riguardo, ho messo un link tra parentesi.

Sempre con l’idea di tenere tutto il più schematico possibile, mi sono basato su due frasi soltanto: una come esempio di un sostantivo numerabile e l’altro come esempio di un sostantivo non numerabile. Si tratta dunque del numero di fiori nel giardino di Jane questa primavera e della quantità di neve sull’Etna quest’inverno.


SOSTANTIVI NUMERABILI


QUANTITÀ INESISTENTE

Non ci sono fiori nel giardino di Jane questa primavera.

  • There are no flowers in Jane’s garden this spring. (link)
  • There aren’t any flowers in Jane’s garden this spring. (link)

QUANTITÀ INSIGNIFICANTE

► Ci sono pocchissimi fiori nel giardino di Jane questa primavera.

  • There are very few flowers in Jane’s garden this spring.
  • There are hardly any flowers in Jane’s garden this spring.

Continua a leggere…

 
6 commenti

Pubblicato da su 15 novembre 2016 in Appunti grammaticali, syntax

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quite a lot

quite-a-lot

“Tutto solo! Se ti piace o no, sarai abbastanza solo.”

A parte la citazione del grande Dr. Suess, quello che ho scelto di esaminare qui è l’espressione quite a lot (of). Impiegata quasi esclusivamente nella forma affermativa, l’espressione quite a lot (of) è usatissima per esprimere l’idea di abbastanza in inglese. Attenzione però, non si tratta di quell’abbastanza che indica solamente una quantità sufficiente per le esigenze del momento (quello che si esprime con enough in inglese), qui si tratta invece di una quantità (o di un numero) piuttosto significativa: si potrebbe dire in italiano diversi/e, un buon numero di, un bel po’ di. Il significato dunque è vicino a quello di molto ma con qualcosa in meno.

Grammaticalmente viene usata come a lot (of), quindi con sostantivi sia plurali che non numerabili o con verbi. Viene usata molto anche come pronome, spesso nelle risposte brevi. Vediamo l’espressione al lavoro.


Con sostantivi plurali:

  • There were quite a lot of new faces at the meeting yesterday.
  • C’erano abbastanza (diverse, un buon numero di) facce nuove alla riunione ieri.
  • I read quite a lot of books when I was a child.
  • Ho letto abbastanza (diversi, un certo numero di) libri quando ero bambino.
  • He’s got quite a lot of fascinating objects from his travels around the world.
  • Ha abbastanza (diversi, un buon numero di) oggetti affascinanti dai suoi viaggi in giro per il mondo.
  • She keeps quite a lot of rescued animals at her house in the country.
  • Tiene abbastanza (diversi, un buon numero di) animali soccorsi nella sua casa in campagna.
  • How many Frank Zappa records has he got? Quite a lot.
  • Quanti dischi di Frank Zappa ha? Abbastanza (diversi, un buon numero).

Continua a leggere…

 
6 commenti

Pubblicato da su 8 novembre 2016 in Appunti grammaticali, syntax

 

Tag: , , ,

Until the end of the world

until

until = fino a, finché non

Until è una preposizione/congiunzione utilissima la quale, però, non si comporta sempre come la sua controparte in italiano. Viene usato in inglese esclusivamente per indicare un punto nel tempo: un tempo definito da un orario, un giorno, una data ecc (preposizione) o da un’azione (congiunzione). Non viene usato per indicare né distanzaquantità e richiede il verbo affermativo anche quando si usa per tradurre finché non. Vediamo con degli esempi pratici quali sono esattamente le sue possibilità.

[ricorda che until si scrive con una sola ‘l’,
mentre la forma abbreviata
till si scrive con due ‘l’]

Come preposizione:

  •  We waited until midday and then we left.
  • Abbiamo aspettato fino a mezzogiorno e poi ce ne siamo andati.
  • You can keep it until the end of the week.
  • Puoi tenerlo fino alla fine della settimana.
  • Jane’s going to stay here until Sunday.
  • Jane rimarrà qui fino a domenica.
  • Bob works as a lifeguard every summer from the 1st June until the 15th September.
  • Bob lavora come bagnino ogni estate dal 1 giugno fino al 15 settembre.
  • The children can play in the park until dinnertime.
  • I ragazzi possono giocare nel parco fino all’ora di cena.

Continua a leggere…

 
2 commenti

Pubblicato da su 20 agosto 2016 in Appunti grammaticali, prepositions

 

Tag: , , , ,

Immagine

Unless you already know

unless2

 

Tag: , , , , ,

If you pay peanuts, you get monkeys

“Se paghi spiccioli, ti ritrovi con incompetenti.”
pay

Riflessioni sul verbo to pay

Il verbo to pay può essere utilizzato in diversi tipi di costruzione ma in fondo le varianti sono poche:

  • to pay somebody ~ pagare qualcuno
  • to pay something ~ pagare denaro oppure un conto, una bolletta, l’affitto ecc.
  • to pay for somebody ~ pagare una quota per qualcuno (anche se stesso)
  • to pay for something ~ pagare per avere o usufruire di qualcosa

~ Diamo un’occhiata prima alle forme base ~


To pay somebody

  • Bob paid the staff on Friday as usual.
  • Bob ha pagato il personale il venerdì al solito.
  • Have you paid the gardener?
  • Hai pagato il giardiniere?
  • We haven’t paid the plumber yet.
  • Non abbiamo ancora pagato l’idraulico.
  • Jane always pays everybody on time.
  • Jane paga sempre tutti in orario.

Continua a leggere…

 
2 commenti

Pubblicato da su 16 giugno 2016 in Appunti grammaticali, syntax, use of verbs, Verbi

 

Tag: , , , , ,

Can you tell the difference?

say-tell

~ dire: to say vs. to tell ~

Ecco un’altra coppia di verbi che è spesso la causa di notti insonni per lo studente della lingua inglese. Qual è la vera differenza tra to say e to tell, come si usa e quando usare l’uno e l’altro? Bene, cominciamo col vedere cos’hanno in comune i due verbi. Ovviamente, entrambi vengono usati in inglese come equivalenti del verbo dire in italiano: da qui nasce il problema di base. Inoltre, entrambi sono verbi ditransitivi, cioè verbi che possono reggere sia un complemento oggetto (ciò che viene detto) che un complemento di termine (a chi viene detto). Ma già qui nasce la prima differenza fondamentale tra i due verbi: mentre to say può fare benissimo a meno del complemento di termine, to tell lo esige (con poche eccezioni che vedremo successivamente). Cosa vuol dire questo in termini di formula base della frase? Possiamo rappresentarla per adesso cosi:

  • To say something (to someone)
  • To tell something to someone

Però, come forse saprai già (eventualmente c’è un articolo qui), molti verbi ditransitivi in inglese ci permettono una costruzione alternativa della frase: quella di mettere prima il complemento di termine e poi il complemento oggetto, eliminando nel processo la preposizione. Bene, un’altra fondamentale differenza tra questi due verbi è che il verbo to say non permette questa costruzione alternativa mentre il verbo to tell la predilige. Quindi dobbiamo modificare subito le formule tipiche:

  • To say something (to someone)
  • To tell someone something

Adesso dobbiamo cercare di capire la differenza di significato che c’è tra questi due verbi. Inanzittutto possiamo dire che il verbo to say è il vero verbo dire che si interesse principalmente nell’enunciato, nelle parole detto. È un verbo prettamente discorsivo. Il verbo to tell invece, analizzandolo bene, in realtà ha tre effettivi significati nessuno dei quali è il verbo dire:

  • INFORMAREcomunicare delle informazioni a qualcuno
  • ORDINAREdare ordini o istruzioni a qualcuno
  • RACCONTAREcondividere una storia con qualcuno

Esaminiamo queste tre sfumature del verbo to tell una per una.
Continua a leggere…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 maggio 2016 in Appunti grammaticali, syntax, use of verbs, Verbi

 

Tag: , , , ,

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: