RSS

Archivi categoria: Pronuncia

Address

address

 


Creative Commons ~ some rights reserved

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 gennaio 2017 in Piccoli appunti, Pronuncia, twitstop, word stress

 

Tag: , , ,

Immagine

Guitar

guitar

Altri esempi QUI


Creative Commons ~ some rights reserved

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 marzo 2016 in Pronuncia, word stress

 

Tag: , ,

Ingliando is number one!

image

Numeri in Inglese

Sono ormai pocchissimi quelli che non sanno elencare i numeri da 1 a 10 in inglese, ma spesso, quando si cerca di andare oltre 10, cominciano già i primi problemi. Di solito le difficoltà si manifestano in due campi: quello della memorizzazione dei vocaboli (non sono tanti ma si devono purtroppo memorizzare), e quello della pronuncia. Entrambi questi problemi si possono superare eseguendo più volte un semplice esercizio di ascolta e ripeti ed è quello che vorrei proporre qui a seguire…

Numeri Cardinali (da 1 a 20)

0noughtnɔːt

1onewʌn

2twotuː

3threeθriː

4fourfɔː

5fivefaɪv

6sixsɪks

7sevensevn

8eighteɪt

9ninenaɪn

10tenten
Continua a leggere…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 marzo 2016 in Lessico, Pronuncia, pronunciation, vocabulary

 

Tag: , ,

Video

Pronunciation practice: “must and mustn’t”

Subscribe to BBC Learning English on YouTube


Creative Commons ~ some rights reserved

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 luglio 2015 in Inglese in azione, Pronuncia, pronunciation, video

 

Tag: , , ,

Ough! What’s the right pronunciation?

weird

Qual’è la giusta pronuncia per le parole in inglese che contengono la combinazione di lettere -OUGH-? Bella domanda! Persino gli inglesi stessi non riescono a mettersi d’accordo del tutto su quanti modi diversi esistono per pronunciarla. Il numero oscilla generalmente tra 6 e 10, ma di questi non tutti hanno la stessa importanza nella lingua parlata di ogni giorno e qui ci limiteremo ai suoni che appartengono alle parole più comuni e più utili.

Per presentare queste parole e la loro pronuncia ho creato una serie di piccole rime (a mo’ di Dr. Seuss) che includono la parola incriminata insieme al suo avvocato difensore: un’altra parola con lo stesso suono che però si presenta al processo con un’ortografia più ortodossa. Mi sono divertito e spero che sarà divertente anche per voi e che l’attività di asoltare e ripetere aiuti a colmare ogni eventuale lacuna. I suoni in gioco sono sei principali e un settimo in calce.

Alla fine delle rime troverete altre quattro parole, tutte con un’ortografia piuttosto simile e quindi facilmente confuse, che hanno ognuna la propria pronuncia e significato. Da starci attenti!

Continua a leggere…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 marzo 2015 in Pronuncia, pronunciation

 

Tag: , , ,

Immagine

Live!

live


Creative Commons ~ some rights reserved

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 dicembre 2014 in pronunciation

 

Tag: , ,

The sound of silence

image

Come sicuramente già saprete, la lingua inglese scritta è altamente non-fonetica, cioè spesso non vi è una diretta corrispondenza tra la grafia e la realizzazione fonetica. Questo significa che lo studente non puoi mai avere la certezza della corretta pronuncia di una parola partendo da come essa viene scritta, anche se con un po’ di esperienza a volte si può tirare ad indovinare. Questa caratteristica raggiunge il colmo con le silent letters (lettere mute), quelle lettere che in certe parole non si pronunciano affatto, un fenomeno diffuso, ahimé, anche tra i vocaboli più comuni!

Non sono mai stato particolarmente a favore dell’idea di una lista di regole o di vocaboli da mettere a memoria nello studio di una lingua; lo trovo piuttosto demotivante e poco utile. Detto questo, può essere molto utile invece, la semplice lettura di una tale lista come esercizio di orientamento e di familiarità (e in questo caso anche di corretta pronuncia).

Questo dunque è lo scopo della lista che segue; una lista limitata per ovvi motivi ai vocaboli più comuni:

Continua a leggere…

 
1 Commento

Pubblicato da su 7 novembre 2014 in Lessico, Pronuncia, pronunciation, vocabulary

 

Tag: , , ,

Don’t stress your schwas!

schwa

Il termine schwa deriva dalla parola ebraica שווא e può essere tradotto come insignificante.

Credilo o no, quella specie di e capovolta e girata che vedi nel riquadro qui sopra rappresenta il suono più diffuso ma paradossalmente più ‘insignificante’ della lingua inglese. Si chiama schwa e guai a stressarlo! Chiarisco per chi non lo sa già: nella fonetica inglese la parola stress sta per accento, cioè l’enfasi maggiore che viene esercitato o su una sillaba all’interno di una parola o su una parola all’interno di una frase, e schwa non vuole sapere niente di enfasi perché si trova esclusivamente in sillabe e in parole non accentuate.

Prima di proseguire con il suono di schwa però bisogna sapere che una delle caratteristiche fondamentali della lingua inglese è che una buona pronuncia dipende tanto dall’uso corretto di questo accento sia all’interno della parola che all’interno della frase.

Ogni parola inglese composta da due o più sillabe contiene sempre una sillaba principale accentuata (a volte nelle parole più lunghe c’è una sillabe principale secondaria). Di fronte alla prepotenza della sillaba (o sillabe) accentuata tutte le altre sillabe si riducono al minimo suono indispensabile e nella stramaggioranza dei casi il suono che risulta è proprio il nostra schwa.

Nello stesso modo, all’interno di una qualsiasi frase ci sono delle parole accentuate (parole di ‘contenuto’ come sostantivi, aggettivi, verbi principali, avverbi ecc) e delle parole non accentuate (parole di ‘forma’ come, articoli, pronomi, aggettivi possessivi, preposizioni, ausiliari ecc). Bene, nelle parole non accentuate spesso e volontieri ritroviamo ancora il nostro schwa.

A questo punto, immagino, sarai curioso di sapere com’è esattamente questo suono, ma come succede spesso con i suoni, è molto difficile descriverlo con delle parole. Nei paesi anglosassoni si fa un tentativo di rappresentare questo suono così: uh. Una specie di minuscolo singhiozzo. Per la fonetica inglese questo funziona abbastanza bene, ma per quella italiana avrei qualche dubbio. Meglio allora il vecchio infallibile sistema di “listen and repeat” ed è quello che faremo qui.

Di seguito troverai une serie di esempi che dimostrano quanto è diffuso questo suono nella lingua inglese. Il trucco per arrivare ad una buona pronuncia di schwa è, paradossalmente, quello di dimenticarsi di schwa e concentrarsi esclusivamente sull’accento principale (la parte della parola evidenziata in colore blu), esagerando il più possibile il suono e possibilmente accompagnandolo con un movimento brusco della mano e/o della testa (lo so, sembra strano ma è un metodo efficace). Così facendo, le altre sillabe della parola assumeranno in modo abbastanza naturale il giusto suono ridotto. La trascrizione fonetica non è fornita qui in modo che ci si concentri esclusivamente sulla riproduzione ad orecchio della voce registrata.
Continua a leggere…

 
2 commenti

Pubblicato da su 20 maggio 2014 in Pronuncia, word stress

 

Tag: , , ,

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: