One way or anotter!

No one really knows why otters juggle pebbles, but one thing is for sure: whether they are tossing pebbles from one paw to another or rolling them up and down their arms and across their chests, otters are without doubt expert pebble jugglers.

Scientists have been looking for an explanation for some time now and have come up with a number of theories, but nothing conclusive.

Could it be that the otters are just relaxing and having fun?

What do you think?

Master Translator • 14

Future: going to
• elementary •

(lezione)

  1. Il padre di Tom porterà i bambini al mare questo fine settimana.
  2. Jane non aiuterà loro di nuovo dopo quello che è successo ieri.
  3. Quando darai i biglietti a Bob?
  4. Vedrò cosa fanno gli altri prima di decidere.
  5. Non ci incontreremo solito posto questo giovedì.
  6. Dove costruiranno il nuovo posteggio?
  7. Lasceranno il loro cane con il nonno di Sarah.
  8. Non ti piacerà la loro decisione.
  9. Il padre di Ivan ci darà una mano in giardino?
  10. Mary cercherà di contattarli venerdì pomeriggio.
  11. Non ti preoccupare, non starò seduto qui tutto il giorno.
  12. Scriverai al direttore? No, lo chiamerò stasera.

Se vuoi un riscontro diretto, lascia le tue versioni nei commenti senza guardare le altre. Non tarderò a rispondere.

BUON LAVORO!

Puoi trovare altre traduzioni tematiche

How long have you been waiting?

Lavorando sull’uso del present perfect e del present perfect continuous con i miei studenti in aula all’università, ho avuto l’idea di tirare fuori dalle 2000 frasi di traduzione a livello intermedio attualmente nella palestra di Ingliando, tutte le frasi che fanno uso di questi due ostici tempi e di metterle insieme in un’esercitazione a sé stante. In questo modo, chi li sta studiando o chi ha ancora delle difficoltà nell’utilizzarli, può fare un’esercitazione intensiva di ripetizione senza essere distratto da frasi di altro genere. Questo dovrebbe aiutare lo studente non solo ad imparare a formulare le frasi in modo corretto, ma anche a prendere maggiore consapevolezza delle circostanze tipiche che richiedono l’uso di questi due tempi.

Il lavoro non è stato facile ed è ancora un ‘work in progress‘, ma le prime quattro schede sono pronte all’uso, corredate come sempre da una traccia audio di tipo ascolta e ripeti. Se si dimostreranno utili, continuerò il lavoro con il futuro, il condizionale, e con altre costruzioni meritevoli di maggiore attenzione.

Un clic sull’immagine qui sotto porta direttamente alla pagina di partenza per chi è interessato.

Master Translator • 13

Dovere: must vs. have to
• intermediate •

(lezione)

  1. Non devi venire con noi se vuoi vedere la partita.
  2. Dovremo fare la fila per entrare?
  3. Non devi scrivere niente sotto la linea nera.
  4. Abbiamo dovuto aspettare che ci chiamassero.
  5. Tutti i passeggeri devono avere un biglietto valido.
  6. Dev’essere bello vivere in una casa come questa.
  7. Qualcuno dovrà aiutarmi quando saranno andati via tutti gli ospiti.
  8. Non dovete parlare dopo che spengo le luci.
  9. Devi vedere il nuovo film di Woody Allen; è fantastico.
  10. Se non ti piace, non lo devi mangiare.
  11. Dovete essere alla fermata dell’autobus alle 9.00 in punto!
  12. Non ho dovuto fare niente il primo giorno.

Se vuoi un riscontro diretto, lascia le tue versioni nei commenti senza guardare le altre. Non tarderò a rispondere.

BUON LAVORO!

Puoi trovare altre traduzioni tematiche

What do you think that man does?

Visto quanto spesso ci capita nella vita quotidiana di volere chiedere l’opinione di chi ci sta vicino riguardo qualcuno o qualcosa, mi sembra opportuno illustrare uno dei modi più gettonati (e più semplici) in inglese per farlo. Si tratta dell’inserimento della piccola domanda, “do you think?” all’interno della domanda che vogliamo fare. L’unico accorgimento imprescindibile per questo metodo è quello di elaborare il resto della domanda nella forma affermativa in quanto la forma interrogativa è già stata stabilita con l’inserimento di “do you think?” Detto così, può sembrare complicato ma non lo è. Basta vedere gli esempi che seguono per capire quanto è invece semplice.

Prendiamo l’esempio del titolo. Sono curioso di sapere cosa fa “quell’uomo” nella vita. La domanda più diretta che posso fare è “Cosa fa quell’uomo?” ma in qualche modo implicherebbe che secondo me la persona a cui rivolgo la domanda lo sappia già. Se invece gli sto chiedendo un semplice parere basato solo su quello che vede, gli devo chiedere, “Cosa pensi che quell’uomo faccia?” La domanda italiana si complica un po’ con l’inserimento di “che” e il verbo secondario molto spesso nella forma congiuntiva. Nella versione inglese invece, il “che” non serve e il verbo secondario rimane sempre nella forma indicativa. Dobbiamo ricordare soltanto di formularlo nella forma affermativa e non più nella forma interrogativa.

  • What does that man do?
    • (qui è il verbo fare che si trova nella forma interrogativa)
  • What do you think that man does?
    • (qui è il verbo think che si trova nella forma interrogativa mentre il verbo fare si trova nella forma affermativa)

Poiché ci può stare solo UN verbo nella forma interrogativa in una frase, quando inseriamo do you think, l’altro verbo deve essere necessariamente nella normale forma affermativa. Vediamo adesso una serie di altri esempi, utilizzando in un primo momento domande che comprendono il pronome interrogativo (chi, quando, dove ecc). In questo caso, la domanda do you think viene piazzata subito dopo il pronome interrogativo:

  • Where do those tourists come from?
    • Da dove vengono quei turisti?
  • Where do you think those tourists come from?
    • Da dove pensi che vengano quei turisti?
  • What are they talking about?
    • Di cosa stanno parlando?
  • What do you think they are talking about?
    • Di cosa pensi che stiano parlando?
  • How did he do that?
    • Come l’ha fatto?
  • How do you think he did that?
    • Come pensi che l’abbia fatto?
  • How much does she know about his past?
    • Quanto sa lei del suo passato?
  • How much do you think she knows about his past?
    • Quanto pensi che sappia lei del suo passato?
  • When will the lockdown stop?
    • Quando finirà la quarantena?
  • When do you think the lockdown will stop?
    • Quando pensi che la quarantena finirà

Per concludere, vediamo alcuni esempi più semplici dove non c’è il pronome interrogativo:

  • Does Lucy like chocolate cake?
    • A Lucy piace la torta di cioccolato?
  • Do you think Lucy likes chocolate cake?
    • Pensi che a Lucy piaccia la torta di cioccolato?
  • Did Tom write it by himself?
    • Tom l’ha scritto da solo?
  • Do you think Tom wrote it by himself?
    • Pensi che Tom l’abbia scritto da solo?
  • Are they telling the truth?
    • Stanno dicendo la verità?
  • Do you think they are telling the truth?
    • Pensi che stiano dicendo la verità?
  • Has Bob had enough of his job?
    • Bob ne ha avuto abbastanza del suo lavoro?
  • Do you think Bob has had enough of his job?
    • Pensi che Bob ne abbia avuto abbastanza del suo lavoro?
  • Will they understand my point of view?
    • Capiranno il mio punto di vista?
  • Do you think they will understand my point of view?
    • Pensi che capiranno il mio punto di vista?

Ingliando Educational Services

Contributo volontario ai servizi di istruzione di Ingliando

5.00 €


Dying to do something

Puoi trovare altri utili appunti

Not only…but also

Forse sorprenderà qualcuno sapere che quell’ostica formula “ausiliare-soggetto-verbo” che si usa nella forma interrogativa in inglese, non serve solo ed esclusivamente per formulare domande, ma anche per dare un effetto retorico in numerosi interessanti modi di dire. Mentre alcune di queste espressioni vengono usate più nella lingua scritta che in quella parlata, altre sono abbastanza comune anche nella lingua parlata e credo che sia utile almeno conoscerle anche se si deciderà di non usarle. Di fatto, per i meno intraprendenti c’è sempre un modo “normale” per esprimere la stessa cosa.


Negative adverbials

La formula “ausiliare-soggetto-verbo” avviene quando si comincia la frase con certi avverbi di senso negativo o molto riduttivo.


🔵 Hardly / barely / scarcely ….. when

  • Hardly had I started my lunch when the boss walked in.
  • I had hardly started my lunch when the boss walked in.
  • Avevo a stento iniziato il mio pranzo quando è entrato il capo.
  • Barely had she sat down when the band started playing.
  • She had barely sat down when the band started playing.
  • Si era a stento seduta quando la band ha cominciato a suonare.
  • Scarcely had he shut the door when the phone rang.
  • He had scarcely shut the door when the phone rang.
  • Aveva a stento chiuso la porta quando ha squillato il telefono.

🔵 No sooner ….. than

  • No sooner had the words left his mouth than he realized his mistake.
  • The words had no sooner left his mouth than he realized his mistake.
  • Non appena aveva pronunciate le parole si è reso conto dell’errore.

N.B. Gli esempi sopra vengono usati principalmente nei racconti (sia scritti che orali) per indicare una successione molto rapida tra due azioni. Di solito il primo verbo è nel past perfect e il secondo nel past simple.

🔵 Never / rarely / little

  • Never (before) have I heard such utter nonsense.
  • I have never heard such utter nonsense (before).
  • Non ho mai sentito così tante sciocchezze.
  • Rarely do you come across these creatures in the wild.
  • You rarely come across these creatures in the wild.
  • Raramente si imbatte in queste creature allo stato brado.
  • Little do we know about his early childhood.
  • We know little about his early childhood.
  • Sappiamo poco della sua prima infanzia.

🔵 Under no circumstances / on no condition / in no way

  • Under no circumstances will they give you your money back.
  • They won’t give you your money back under any circumstances.
  • In nessun caso ti restituiranno i tuoi soldi.
  • On no condition can the guide be held responsible for your safety.
  • The guide won’t be held responsible for your safety in any condition.
  • In nessuna condizione la guida può essere tenuta responsabile per la vostra sicurezza.
  • In no way does this affect your fundamental rights.
  • This does not affect your fundamental rights in any way.
  • In nessun modo questo influisce sui vostri diritti fondamentali.

Expressions with “not until”

Anche “not until” all’inizio della frase richiede la formula “ausilare-soggetto-verbo”.


  • Not until you’re over the last hill can you actually see the sea.
  • You can’t actually see the sea until you’re over the last hill.
  • Finché non superi l’ultima collina non riesci veramente a vedere il mare.
  • Not until she had tried them all did she decide which dress to wear.
  • She didn’t decide which dress to wear until she had tried them all.
  • Finché non li aveva provato tutti non ha deciso quale vestito indossare.

Expressions with “not only ….. but also”

Anche in questo caso, quando “not only” si trova all’inizio della frase è richiesta la formula “ausiliare-soggetto-verbo”.


  • Not only does she drink too much, but she also smokes like a chimney.
  • She not only drinks too much, but she also smokes like a chimney.
  • Non solo beve troppo, ma fuma anche come una ciminiera.
  • Not only did the policeman fine Tom, but he also confiscated his driving license.
  • The policeman not only fined Tom, but he also confiscated his driving license.
  • Non solo il poliziotto ha multato Tom, ma ha anche confiscato la sua patente.

Expressions with “only”

Ci sono diverse espressioni con “only” le quale, quando si trovano all’inizio della frase, richiedono la formula “ausiliare-soggetto-verbo”.


🔵 Only after

  • Only after the meeting did we understand his real intentions.
  • We only understood his real intentions after the meeting.
  • Solo dopo la riunione abbiamo capito le sue vere intenzioni.
  • Only after doing it a few times can you really understand the mechanism.
  • You can only really understand the mechanism after doing it a few times.
  • Solo dopo averlo fatto diverse volte puoi veramente capire il meccanismo.
  • Only after he had paid for it did he realize that it was a fake.
  • He only realized that it was a fake after he had paid for it.
  • Solo dopo averlo pagato si è reso conto che era un falso.

🔵 Only when

  • Only when the switch is in the down position does it work.
  • It only works when the switch is in the down position.
  • È solo quando l’interruttore è messo verso giù che funziona.
  • Only when the last guest had arrived did we sit down to eat.
  • We only sat down to eat when the last guest had arrived.
  • Solo quando l’ultimo ospite era arrivato ci siamo seduti per mangiare.

🔵 Only then

  • Only then did we know which of us had been chosen.
  • We only knew which of us had been chosen then (at that point).
  • Era solo allora che abbiamo saputo chi di noi era stato scelto.

🔵 Only if

  • Only if the weather improves will we head for the coast.
  • We will only head for the coast if the weather improves.
  • Solo se il tempo migliora ci dirigeremo verso la costa.

🔵 Only in this way

  • Only in this way can you get him to agree.
  • You can only get him to agree in this way.
  • Solo così puoi fargli dire di sì.

N.B. Se c’è un soggetto dopo “only”, la costruzione della frase rimane normale:

es: Only you can make all this world seem right.

Expressions with “so”

Quando si mette “so” insieme ad un aggettivo o un avverbio all’inizio della frase, serve sempre la formula “ausiliare-soggetto-verbo”.


🔵 so + aggettivo ….. that

  • So rough was the sea that all the passengers were ill.
  • The sea was so rough that all the passengers were ill.
  • Il mare era così agitato che tutti i passeggeri si sentivano male.
  • So difficult were the questions that I could only answer a few.
  • The questions were so difficult that I could only answer a few.
  • Le domande erano così difficili che ho potuto rispondere soltanto ad alcune.
  • So outrageous was his answer that we didn’t know what to say.
  • His answer was so outrageous that we didn’t know what to say.
  • La sua risposta era così oltraggiosa che non sapevamo cosa dire.

🔵 so + avverbio ….. that

  • So fast did he run that the others were soon far behind.
  • He ran so fast that the others were soon far behind.
  • Corse così velocemente che gli altri erano presto molto indietro.
  • So bravely did he fight that he was awarded a medal.
  • He fought so bravely that he was awarded a medal.
  • Ha combattuto con tale coraggio che fu premiato con una medaglia.
  • So instinctively did he react that hundreds of lives were saved.
  • He reacted so instinctively that hundreds of lives were saved.
  • Ha reagito così istintivamente che centinaia di vite furono salvate.


CONTRIBUTI VOLONTARI

Adesso puoi sostenere Ingliando con una libera donazione.

€5.00



The ING form

• present participle vs. gerund •

Senza complicarci troppo la vita, potrebbe essere utile dare un’occhiata da vicino alla “ing form” per capire meglio i suoi comportamenti più consueti e saperlo gestire al meglio. Uno dei primi motivi per la difficoltà in questo campo è il fatto che questo “ing” fa il doppio gioco in inglese. Da un canto funge da verbo come participio presente e dall’altro funge da sostantivo o aggettivo sotto forma di gerundio. Non bisogna confondere questi due ruoli molto diversi tra di loro.


Present Participle


La “ing form” del verbo, detto participio presente, è la forma che prende il verbo principale in tutti e sei i tempi “progressivi” (continuous) in inglese. Quindi questa “ing form” è da considerarsi una parte integra della coniugazione del verbo stesso. Vediamo allora come sono queste sei possibilità in forma tabellare:

TempoSoggettoAusiliareParticipio PresenteComplemento
PRESENT
CONTINUOUS
Bobiseatingpeanuts.
PAST
CONTINUOUS
Claire wasdrivingthe car.
PRESENT
PERFECT
CONTINUOUS
Tomhas beenworkingin the garden.
PAST
PERFECT
CONTINUOUS
Lucyhad beenlisteningto the news.
FUTURE
CONTINUOUS
Neilwill beteachingthe small kids.
FUTURE
PERFECT
CONTINUOUS
Janewill have beenflyingfor 10 hours
Come si vede dagli esempi, si tratta di vere e proprie azioni in corso in vari contesti temporali.

Gerund


Nel caso del gerundio, che si forma sempre aggiungendo “…ing” alla forma base del verbo, si tratta di una vera e propria trasformazione del verbo originale in un sostantivo o in un aggettivo. Naturalmente il gerundio così formato perde le sue qualità di verbo e assume quelle idonee al suo nuovo ruolo.


Il gerundio come soggetto:
Come sostantivo, il gerundio inglese funge benissimo come soggetto di un verbo. Laddove la lingua italiana usa l’infinito quando vuole dare ad un verbo il ruolo di sostantivo come nella frase “fumare fa male” per esempio, l’inglese fa ricorso al gerundio: “smoking is bad for you.”

  • Drinking too much coffee keeps me awake at night.
  • Bere troppo caffè mi tiene sveglio la notte.
  • Driving at night is not my favourite pastime.
  • Guidare di notte non è il mio passatempo preferito.
  • Listening to jazz music helps me to relax.
  • Ascoltare la musica jazz mi aiuta a rilassarmi.

Il gerundio come complemento:
Così come il gerundio può fungere come soggetto di un verbo, funge anche benissimo come complemento di un verbo. Qui, però, subentra il problema dei verbi che vengono seguiti dal gerundio e i verbi che vengono seguiti dall’infinito. Oltre a memorizzare lunghi elenchi di verbi (poco consigliato) l’unico modo di affrontare questo problema è una graduale assimilazione nel tempo. In ogni caso vediamo degli esempi pratici per capire di cosa si tratta.

  • You should avoid drinking the tap water.
  • Dovresti evitare di bere l’aqua del rubinetto.
  • Tom hates working in the city.
  • Tom odia lavorare nella città.
  • They denied knowing anything about the robbery.
  • Negarono di sapere qualcosa della rapina.

Il gerundio dopo preposizioni:
Una delle poche regole in inglese che non permette eccezioni è quella dell’uso del gerundio dopo una preposizione. Infatti, la regola vuole che dopo una preposizione ci può stare un nome, un pronome o un gerundio – niente infiniti! Questo rende il nostro lavoro in questo caso molto più semplice.

  • We tried to stop him from jumping.
  • Abbiamo provato ad impedirgli di saltare.
  • This gadget is useful for keeping mosquitoes away.
  • Questo aggeggio è utile per tenere lontane le zanzare.
  • You can save a bit of time by boiling it first.
  • Puoi risparmiare un po’ di tempo facendolo bollire prima.

N.B. Attenzione quando si tratta della preposizione to che si confonde facilmente con la particella to che fa parte dell’infinito completo. Per capire se serve il gerundio o l’infinito, basta vedere se dopo il to al posto di un verbo ci può stare anche un nome o un pronome. Se la risposta è si, serve il gerundio e non l’infinito.

  • I’m looking forward to lunch. (nome)
  • I’m looking forward to it. (pronome)
  • I’m looking forward to eating. ✅
  • I’m looking forward to eat. ❎
  • She’s used to silence. (nome)
  • She’s used to them. (pronome)
  • She’s used to giving orders. ✅
  • She’s used to give orders. ❎

Il gerundio come aggettivo:
Sono numerosi gli aggettivi in inglese che nascono da verbi sotto forma di gerundio. Il loro comportamento è come quello di un aggettivo qualsiasi.

  • It’s a rather confusing map, if you ask me.
  • È una mappa poco chiara, secondo me.
  • Tom’s got some very annoying habits.
  • Tom ha delle abitudini molto irritanti.
  • We had a really relaxing day yesterday.
  • Abbiamo trascorso una giornata molto rilassante ieri.

Il gerundio come nome composto:
In realtà si tratta sempre del gerundio come aggettivo solo che spesso, col tempo, il gerundio finisce per essere parte integrante di un nuovo vocabolo sotto forma di nome composto.

  • You’ll need a strong pair of climbing boots.
  • Avrai bisogno di un paio di scarponi da montagna robusti.
  • New York is a melting pot of different cultures.
  • New York è un crogiolo di varie culture.
  • The hotel has got an amazing swimming pool.
  • L’albergo ha una piscina pazzesca.

Scarica la mappa concettuale
QUI



CONTRIBUTI VOLONTARI

Adesso puoi sostenere Ingliando con una libera donazione.

€5.00



%d bloggers like this: