Master Translator: Exercise 17

dovere: must vs. have to
• intermediate •

(lezione)

  1. Non devi venire con noi se vuoi vedere la partita.
  2. Dovremo fare la fila per entrare?
  3. Non devi scrivere niente sotto la linea nera.
  4. Abbiamo dovuto aspettare che ci chiamassero.
  5. Tutti i passeggeri devono avere un biglietto valido.
  6. Dev’essere bello vivere in una casa come questa.
  7. Qualcuno dovrà aiutarmi quando saranno andati via tutti gli ospiti.
  8. Non dovete parlare dopo che spengo le luci.
  9. Devi vedere il nuovo film di Woody Allen; è fantastico.
  10. Se non ti piace, non lo devi mangiare.
  11. Dovete essere alla fermata dell’autobus alle 9.00 in punto!
  12. Non ho dovuto fare niente il primo giorno.
  • Se vuoi un riscontro diretto, lascia le tue versioni nei commenti.
  • Altrimenti aspetta che pubblico le mie versioni tra qualche giorno.
  • Non guardare i commenti degli altri se non vuoi farti influenzare.

BUON LAVORO!


What do you think that man does?

Visto quanto spesso ci capita nella vita quotidiana di volere chiedere l’opinione di chi ci sta vicino riguardo qualcuno o qualcosa, mi sembra opportuno illustrare uno dei modi più gettonati (e più semplici) in inglese per farlo. Si tratta dell’inserimento della piccola domanda, “do you think?” all’interno della domanda che vogliamo fare. L’unico accorgimento imprescindibile per questo metodo è quello di elaborare il resto della domanda nella forma affermativa in quanto la forma interrogativa è già stata stabilita con l’inserimento di “do you think?” Detto così, può sembrare complicato ma non lo è. Basta vedere gli esempi che seguono per capire quanto è invece semplice.

Prendiamo l’esempio del titolo. Sono curioso di sapere cosa fa “quell’uomo” nella vita. La domanda più diretta che posso fare è “Cosa fa quell’uomo?” ma in qualche modo implicherebbe che secondo me la persona a cui rivolgo la domanda lo sappia già. Se invece gli sto chiedendo un semplice parere basato solo su quello che vede, gli devo chiedere, “Cosa pensi che quell’uomo faccia?” La domanda italiana si complica un po’ con l’inserimento di “che” e il verbo secondario molto spesso nella forma congiuntiva. Nella versione inglese invece, il “che” non serve e il verbo secondario rimane sempre nella forma indicativa. Dobbiamo ricordare soltanto di formularlo nella forma affermativa e non più nella forma interrogativa.

  • What does that man do?
    • (qui è il verbo fare che si trova nella forma interrogativa)
  • What do you think that man does?
    • (qui è il verbo think che si trova nella forma interrogativa mentre il verbo fare si trova nella forma affermativa)

Poiché ci può stare solo UN verbo nella forma interrogativa in una frase, quando inseriamo do you think, l’altro verbo deve essere necessariamente nella normale forma affermativa. Vediamo adesso una serie di altri esempi, utilizzando in un primo momento domande che comprendono il pronome interrogativo (chi, quando, dove ecc). In questo caso, la domanda do you think viene piazzata subito dopo il pronome interrogativo:

  • Where do those tourists come from?
    • Da dove vengono quei turisti?
  • Where do you think those tourists come from?
    • Da dove pensi che vengano quei turisti?
  • What are they talking about?
    • Di cosa stanno parlando?
  • What do you think they are talking about?
    • Di cosa pensi che stiano parlando?
  • How did he do that?
    • Come l’ha fatto?
  • How do you think he did that?
    • Come pensi che l’abbia fatto?
  • How much does she know about his past?
    • Quanto sa lei del suo passato?
  • How much do you think she knows about his past?
    • Quanto pensi che sappia lei del suo passato?
  • When will the lockdown stop?
    • Quando finirà la quarantena?
  • When do you think the lockdown will stop?
    • Quando pensi che la quarantena finirà

Per concludere, vediamo alcuni esempi più semplici dove non c’è il pronome interrogativo:

  • Does Lucy like chocolate cake?
    • A Lucy piace la torta di cioccolato?
  • Do you think Lucy likes chocolate cake?
    • Pensi che a Lucy piaccia la torta di cioccolato?
  • Did Tom write it by himself?
    • Tom l’ha scritto da solo?
  • Do you think Tom wrote it by himself?
    • Pensi che Tom l’abbia scritto da solo?
  • Are they telling the truth?
    • Stanno dicendo la verità?
  • Do you think they are telling the truth?
    • Pensi che stiano dicendo la verità?
  • Has Bob had enough of his job?
    • Bob ne ha avuto abbastanza del suo lavoro?
  • Do you think Bob has had enough of his job?
    • Pensi che Bob ne abbia avuto abbastanza del suo lavoro?
  • Will they understand my point of view?
    • Capiranno il mio punto di vista?
  • Do you think they will understand my point of view?
    • Pensi che capiranno il mio punto di vista?

Ingliando Educational Services

Contributo volontario ai servizi di istruzione di Ingliando

5.00 €


Dying to do something

Not only…but also

Forse sorprenderà qualcuno sapere che quell’ostica formula “ausiliare-soggetto-verbo” che si usa nella forma interrogativa in inglese, non serve solo ed esclusivamente per formulare domande, ma anche per dare un effetto retorico in numerosi interessanti modi di dire. Mentre alcune di queste espressioni vengono usate più nella lingua scritta che in quella parlata, altre sono abbastanza comune anche nella lingua parlata e credo che sia utile almeno conoscerle anche se si deciderà di non usarle. Di fatto, per i meno intraprendenti c’è sempre un modo “normale” per esprimere la stessa cosa.


Negative adverbials

La formula “ausiliare-soggetto-verbo” avviene quando si comincia la frase con certi avverbi di senso negativo o molto riduttivo.


🔵 Hardly / barely / scarcely ….. when

  • Hardly had I started my lunch when the boss walked in.
  • I had hardly started my lunch when the boss walked in.
  • Avevo a stento iniziato il mio pranzo quando è entrato il capo.
  • Barely had she sat down when the band started playing.
  • She had barely sat down when the band started playing.
  • Si era a stento seduta quando la band ha cominciato a suonare.
  • Scarcely had he shut the door when the phone rang.
  • He had scarcely shut the door when the phone rang.
  • Aveva a stento chiuso la porta quando ha squillato il telefono.

🔵 No sooner ….. than

  • No sooner had the words left his mouth than he realized his mistake.
  • The words had no sooner left his mouth than he realized his mistake.
  • Non appena aveva pronunciate le parole si è reso conto dell’errore.

N.B. Gli esempi sopra vengono usati principalmente nei racconti (sia scritti che orali) per indicare una successione molto rapida tra due azioni. Di solito il primo verbo è nel past perfect e il secondo nel past simple.

🔵 Never / rarely / little

  • Never (before) have I heard such utter nonsense.
  • I have never heard such utter nonsense (before).
  • Non ho mai sentito così tante sciocchezze.
  • Rarely do you come across these creatures in the wild.
  • You rarely come across these creatures in the wild.
  • Raramente si imbatte in queste creature allo stato brado.
  • Little do we know about his early childhood.
  • We know little about his early childhood.
  • Sappiamo poco della sua prima infanzia.

🔵 Under no circumstances / on no condition / in no way

  • Under no circumstances will they give you your money back.
  • They won’t give you your money back under any circumstances.
  • In nessun caso ti restituiranno i tuoi soldi.
  • On no condition can the guide be held responsible for your safety.
  • The guide won’t be held responsible for your safety in any condition.
  • In nessuna condizione la guida può essere tenuta responsabile per la vostra sicurezza.
  • In no way does this affect your fundamental rights.
  • This does not affect your fundamental rights in any way.
  • In nessun modo questo influisce sui vostri diritti fondamentali.

Expressions with “not until”

Anche “not until” all’inizio della frase richiede la formula “ausilare-soggetto-verbo”.


  • Not until you’re over the last hill can you actually see the sea.
  • You can’t actually see the sea until you’re over the last hill.
  • Finché non superi l’ultima collina non riesci veramente a vedere il mare.
  • Not until she had tried them all did she decide which dress to wear.
  • She didn’t decide which dress to wear until she had tried them all.
  • Finché non li aveva provato tutti non ha deciso quale vestito indossare.

Expressions with “not only ….. but also”

Anche in questo caso, quando “not only” si trova all’inizio della frase è richiesta la formula “ausiliare-soggetto-verbo”.


  • Not only does she drink too much, but she also smokes like a chimney.
  • She not only drinks too much, but she also smokes like a chimney.
  • Non solo beve troppo, ma fuma anche come una ciminiera.
  • Not only did the policeman fine Tom, but he also confiscated his driving license.
  • The policeman not only fined Tom, but he also confiscated his driving license.
  • Non solo il poliziotto ha multato Tom, ma ha anche confiscato la sua patente.

Expressions with “only”

Ci sono diverse espressioni con “only” le quale, quando si trovano all’inizio della frase, richiedono la formula “ausiliare-soggetto-verbo”.


🔵 Only after

  • Only after the meeting did we understand his real intentions.
  • We only understood his real intentions after the meeting.
  • Solo dopo la riunione abbiamo capito le sue vere intenzioni.
  • Only after doing it a few times can you really understand the mechanism.
  • You can only really understand the mechanism after doing it a few times.
  • Solo dopo averlo fatto diverse volte puoi veramente capire il meccanismo.
  • Only after he had paid for it did he realize that it was a fake.
  • He only realized that it was a fake after he had paid for it.
  • Solo dopo averlo pagato si è reso conto che era un falso.

🔵 Only when

  • Only when the switch is in the down position does it work.
  • It only works when the switch is in the down position.
  • È solo quando l’interruttore è messo verso giù che funziona.
  • Only when the last guest had arrived did we sit down to eat.
  • We only sat down to eat when the last guest had arrived.
  • Solo quando l’ultimo ospite era arrivato ci siamo seduti per mangiare.

🔵 Only then

  • Only then did we know which of us had been chosen.
  • We only knew which of us had been chosen then (at that point).
  • Era solo allora che abbiamo saputo chi di noi era stato scelto.

🔵 Only if

  • Only if the weather improves will we head for the coast.
  • We will only head for the coast if the weather improves.
  • Solo se il tempo migliora ci dirigeremo verso la costa.

🔵 Only in this way

  • Only in this way can you get him to agree.
  • You can only get him to agree in this way.
  • Solo così puoi fargli dire di sì.

N.B. Se c’è un soggetto dopo “only”, la costruzione della frase rimane normale:

es: Only you can make all this world seem right.

Expressions with “so”

Quando si mette “so” insieme ad un aggettivo o un avverbio all’inizio della frase, serve sempre la formula “ausiliare-soggetto-verbo”.


🔵 so + aggettivo ….. that

  • So rough was the sea that all the passengers were ill.
  • The sea was so rough that all the passengers were ill.
  • Il mare era così agitato che tutti i passeggeri si sentivano male.
  • So difficult were the questions that I could only answer a few.
  • The questions were so difficult that I could only answer a few.
  • Le domande erano così difficili che ho potuto rispondere soltanto ad alcune.
  • So outrageous was his answer that we didn’t know what to say.
  • His answer was so outrageous that we didn’t know what to say.
  • La sua risposta era così oltraggiosa che non sapevamo cosa dire.

🔵 so + avverbio ….. that

  • So fast did he run that the others were soon far behind.
  • He ran so fast that the others were soon far behind.
  • Corse così velocemente che gli altri erano presto molto indietro.
  • So bravely did he fight that he was awarded a medal.
  • He fought so bravely that he was awarded a medal.
  • Ha combattuto con tale coraggio che fu premiato con una medaglia.
  • So instinctively did he react that hundreds of lives were saved.
  • He reacted so instinctively that hundreds of lives were saved.
  • Ha reagito così istintivamente che centinaia di vite furono salvate.


CONTRIBUTI VOLONTARI

Adesso puoi sostenere Ingliando con una libera donazione.

€5.00



The ING form

• present participle vs. gerund •

Senza complicarci troppo la vita, potrebbe essere utile dare un’occhiata da vicino alla “ing form” per capire meglio i suoi comportamenti più consueti e saperlo gestire al meglio. Uno dei primi motivi per la difficoltà in questo campo è il fatto che questo “ing” fa il doppio gioco in inglese. Da un canto funge da verbo come participio presente e dall’altro funge da sostantivo o aggettivo sotto forma di gerundio. Non bisogna confondere questi due ruoli molto diversi tra di loro.


Present Participle


La “ing form” del verbo, detto participio presente, è la forma che prende il verbo principale in tutti e sei i tempi “progressivi” (continuous) in inglese. Quindi questa “ing form” è da considerarsi una parte integra della coniugazione del verbo stesso. Vediamo allora come sono queste sei possibilità in forma tabellare:

TempoSoggettoAusiliareParticipio PresenteComplemento
PRESENT
CONTINUOUS
Bobiseatingpeanuts.
PAST
CONTINUOUS
Claire wasdrivingthe car.
PRESENT
PERFECT
CONTINUOUS
Tomhas beenworkingin the garden.
PAST
PERFECT
CONTINUOUS
Lucyhad beenlisteningto the news.
FUTURE
CONTINUOUS
Neilwill beteachingthe small kids.
FUTURE
PERFECT
CONTINUOUS
Janewill have beenflyingfor 10 hours
Come si vede dagli esempi, si tratta di vere e proprie azioni in corso in vari contesti temporali.

Gerund


Nel caso del gerundio, che si forma sempre aggiungendo “…ing” alla forma base del verbo, si tratta di una vera e propria trasformazione del verbo originale in un sostantivo o in un aggettivo. Naturalmente il gerundio così formato perde le sue qualità di verbo e assume quelle idonee al suo nuovo ruolo.


Il gerundio come soggetto:
Come sostantivo, il gerundio inglese funge benissimo come soggetto di un verbo. Laddove la lingua italiana usa l’infinito quando vuole dare ad un verbo il ruolo di sostantivo come nella frase “fumare fa male” per esempio, l’inglese fa ricorso al gerundio: “smoking is bad for you.”

  • Drinking too much coffee keeps me awake at night.
  • Bere troppo caffè mi tiene sveglio la notte.
  • Driving at night is not my favourite pastime.
  • Guidare di notte non è il mio passatempo preferito.
  • Listening to jazz music helps me to relax.
  • Ascoltare la musica jazz mi aiuta a rilassarmi.

Il gerundio come complemento:
Così come il gerundio può fungere come soggetto di un verbo, funge anche benissimo come complemento di un verbo. Qui, però, subentra il problema dei verbi che vengono seguiti dal gerundio e i verbi che vengono seguiti dall’infinito. Oltre a memorizzare lunghi elenchi di verbi (poco consigliato) l’unico modo di affrontare questo problema è una graduale assimilazione nel tempo. In ogni caso vediamo degli esempi pratici per capire di cosa si tratta.

  • You should avoid drinking the tap water.
  • Dovresti evitare di bere l’aqua del rubinetto.
  • Tom hates working in the city.
  • Tom odia lavorare nella città.
  • They denied knowing anything about the robbery.
  • Negarono di sapere qualcosa della rapina.

Il gerundio dopo preposizioni:
Una delle poche regole in inglese che non permette eccezioni è quella dell’uso del gerundio dopo una preposizione. Infatti, la regola vuole che dopo una preposizione ci può stare un nome, un pronome o un gerundio – niente infiniti! Questo rende il nostro lavoro in questo caso molto più semplice.

  • We tried to stop him from jumping.
  • Abbiamo provato ad impedirgli di saltare.
  • This gadget is useful for keeping mosquitoes away.
  • Questo aggeggio è utile per tenere lontane le zanzare.
  • You can save a bit of time by boiling it first.
  • Puoi risparmiare un po’ di tempo facendolo bollire prima.

N.B. Attenzione quando si tratta della preposizione to che si confonde facilmente con la particella to che fa parte dell’infinito completo. Per capire se serve il gerundio o l’infinito, basta vedere se dopo il to al posto di un verbo ci può stare anche un nome o un pronome. Se la risposta è si, serve il gerundio e non l’infinito.

  • I’m looking forward to lunch. (nome)
  • I’m looking forward to it. (pronome)
  • I’m looking forward to eating. ✅
  • I’m looking forward to eat. ❎
  • She’s used to silence. (nome)
  • She’s used to them. (pronome)
  • She’s used to giving orders. ✅
  • She’s used to give orders. ❎

Il gerundio come aggettivo:
Sono numerosi gli aggettivi in inglese che nascono da verbi sotto forma di gerundio. Il loro comportamento è come quello di un aggettivo qualsiasi.

  • It’s a rather confusing map, if you ask me.
  • È una mappa poco chiara, secondo me.
  • Tom’s got some very annoying habits.
  • Tom ha delle abitudini molto irritanti.
  • We had a really relaxing day yesterday.
  • Abbiamo trascorso una giornata molto rilassante ieri.

Il gerundio come nome composto:
In realtà si tratta sempre del gerundio come aggettivo solo che spesso, col tempo, il gerundio finisce per essere parte integrante di un nuovo vocabolo sotto forma di nome composto.

  • You’ll need a strong pair of climbing boots.
  • Avrai bisogno di un paio di scarponi da montagna robusti.
  • New York is a melting pot of different cultures.
  • New York è un crogiolo di varie culture.
  • The hotel has got an amazing swimming pool.
  • L’albergo ha una piscina pazzesca.

Scarica la mappa concettuale
QUI



CONTRIBUTI VOLONTARI

Adesso puoi sostenere Ingliando con una libera donazione.

€5.00



I told you it was easy

~ Indirect speech / Discorso indiretto ~
Le regole di base

Riportare quanto detto da un’altra persona, di solito ad una certa distanza di tempo ed in un luogo diverso, è una cosa che facciamo molto spesso nelle nostre conversazioni. Di conseguenza, prima o poi, bisogna familiarizzare con tutti quei piccoli ma importanti cambiamenti che servono per convertire le parole dette sul momento (discorso diretto) in parole riportate in un secondo momento (discorso indiretto). Questi cambiamenti, non molto diversi da quelli che avvengono in italiano, riguardano principalmente il tempo del verbo, alcuni avverbi di tempo e di luogo e, quando è il caso, anche i pronomi personali.

Per creare delle schede utili, bisogna partire dal presupposto che il discorso indiretto avvenga ad una certa distanza di tempo e in un luogo diverso da quello del discorso diretto. Queste sono le condizioni più tipiche e quelle che richiedono più cambiamenti.


Il tempo del verbo:
Proprio perché è passato del tempo tra il discorso diretto e il discorso indiretto, il tempo del verbo deve fare uno spostamento a ritroso. In inglese questo si chiama backshift. Nella tabella qui sotto ci sono degli esempi di come effettuare questo backshift per tutti i tempi dei verbi. Le frasi sono semplici affermazioni in modo da focalizzare l’attenzione esclusivamente sul cambiamento che viene effettuato al verbo nel passaggio al discorso indiretto. Il that che introduce il discorso indiretto vine omesso spessissimo, sopratutto nel linguaggio informale.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
PRESENT
Present Simple
“I want to leave after lunch.”
Past Simple
He said that he wanted to leave after lunch.
Present Continuous
“I am thinking about your proposal.”
Past Continuous
He said that he was thinking about my proposal.
PAST
Present Perfect
“I have bought a new bicycle.”
Past Perfect
He said that he had bought a new bicycle.
Past Simple
“I found it in the garage.”
Past Perfect
He said that he had found it in the garage.
Present Perfect Continuous
“I have been sleeping badly lately.”
Past Perfect Continuous
He said that he had been sleeping badly lately.
Past continuous
“I was talking to the manager.”
Past Perfect Continuous
He said that he had been talking to the manager.
Past Perfect
“I had drunk too much.”
Past Perfect (nessun cambiamento)
He said that he had drunk too much.
Past Perfect Continuous
“I had been waiting for an hour.”
Past perfect Continuous (nessun cambiamento)
He said that he had been waiting for an hour.
Used to
“I used to live here.”
Used to (nessun cambiamento)
He said that he used to live there.
FUTURE(future-in-the-past)
Present Simple (timetable future)
“My train leaves at 4 o’clock.”
Past Simple
He said that his train left at 4 o’clock.
Present Continuous (diary future)
“I am leaving tomorrow.”
Past Continuous
He said that he was leaving the following day.
Am/are/is going to (intentional future)
“I am going to buy another one.”
Was/were going to
He said that he was going to buy another one.
Future Simple
“I will phone her this evening.”
Present Conditional
He said that he would phone her that evening.
Future Continuous
“I will be working all afternoon.”
Present Continuous Conditional
He said that he would be working all afternoon.
MODAL VERBS
Can (ability, possibility, permission)
“I can do it for you.”
Could
He said that he could do it for me.
May (permission)
“You may leave your bag here.”
Could
He said that I could leave my bag there.
May (possibility)
“It may rain tomorrow.”
Might
He said that it might rain the next day.
Must (obbligo)
“You must pay me before Saturday.”
Had to
He said that I had to pay him before Saturday.
Must (deduzione logica)
“It must be difficult for you.”
Must
He said that it must be difficult for me.
could, should, would,
might, need, ought to
(nessun cambiamento)

N.B. Non è necessario effettuare il backshift se il discorso riportato è ancora vero, ancora rilevante, o non è ancora successo. Questo succede maggiormente con i tempi presenti, il present perfect e il futuro.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
“I really like playing tennis.”He said that he really likes playing tennis.
“I am working every day this week.”He said that he is working every day this week.
“I have already told the others.”He said that he has already told the others.”
“I am going to see them tomorrow.”He said that he is going to see them tomorrow.
“I will fix it on Saturday.”He said that he will fix it on Saturday.

Gli avverbi di tempo:
Il passaggio di tempo tra il discorso diretto e il discorso indiretto ha un effetto anche sui più comuni avverbi di tempo i quali non possono mantenere lo stesso rapporto con il presente che c’è nel discorso diretto. Nella tabella qui sotto ci sono degli esempi di come questi avverbi di tempo cambiano nel passaggio al discorso indiretto.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
Now
“I want to go now.”
Then / at that moment
He said that he wanted to go then / at that moment.
Today
“I am working today.”
That day
He said that he was working that day.
Yesterday
“I saw Bob yesterday.”
The previous day / the day before
He said that he had seen Bob the previous day / the day before.
Last week etc
“I bought it last week.”
The previous week / the week before
He said that he had bought it the previous week / the week before.
Ago
“I met Tom two years ago.”
Before
He said that he had met Tom two years before.
Tomorrow
“I will come back tomorrow.”
The following day / the day after
He said that he would come back the following day / the day after.
Next week etc
“I will do it next week.”
The following week / the week after
He said that he would do it the following week / the week after.

Altri cambiamenti:
Il cambio di luogo tra il discorso diretto e il discorso indiretto ha un effetto anche sull’avverbio di luogo here e sugli aggettivi dimostrativi this e these che non hanno più lo stesso punto di riferimento che avevano nel discorso diretto.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
Here
“I’ll be here at 9.00.”
There
He said that he would be there at 9:00.
This
“I’m going to buy this house.”
The
“He said that he was going to buy the house.”
These
“I like these paintings.”
The
He said that he liked the paintings.”

La forma interrogativa:
Per riportare una domanda in un discorso indiretto bisogna partire dal tipo di domanda che si è posta nel discorso diretto. Le domande si distinguono in due tipi fondamentali: domande “aperte” che cercano informazione (chi, quando, dove, perché ecc) e domande “chiuse” che cercano solamente una conferma, si o no, (senza pronome interrogativo).

Nel primo caso il pronome interrogativo si ripropone nel discorso indiretto ma SENZA fare ricorso alla classica forma interrogativa come si farebbe normalmente per formulare una domanda. La domanda nel discorso indiretto si costruisce come una normale affermazione. Ecco alcuni esempi tipici.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
What
What do you want for lunch?”
What
He asked me what I wanted for lunch.
Where
Where are you taking the kids?”
Where
He asked me where I was taking the kids.
When
When will you know the answer?”
When
He asked me when I would know the answer.
Why
Why are you so tired?”
Why
He asked me why I was so tired.
Who
Who did you see at the party?”
Who
He asked me who I had seen at the party.
How
How do you know Bob?”
How
He asked me how I knew Bob.
Which
Which one do you want?”
Which
He asked me which one I wanted.
How much
How much have you spent?”
How much
He asked me how much I had spent.
How many
How many times have you been here?”
How many
He asked me how many times I had been there.

Nel secondo caso la domanda indiretta viene introdotta da if o whether, più comunemente if. Anche in questo caso la domanda viene espressa come una normale affermazione. Ecco alcuni esempi tipici.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
“Do you like Beethoven?”He asked me if I liked Beethoven.
“Are you feeling better?”He asked me if I was feeling better.
“Have you been here before?”He asked me if I had been there before.
“Did you stay in last night?”He asked me if I had stayed in the night before.
“Are you going to buy it?”He asked me if I was going to buy it.
“Will you help me?”He asked me if I would help him.

La forma imperativa:
L’infinito senza to che si usa per fare la forma imperativa nel discorso diretto diventa un imperativo con to in seguito ai verbi introduttivi come to tell e to order.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
“Go away”He told them to go away.
“Don’t listen to them.” He told us not to listen to them.
“Sit down!”He ordered me to sit down.
“Don’t stop working.”He ordered them not to stop working.

Pronomi personali, aggettivi possessivi ecc:
Questi cambiamenti servono una logica naturale che è uguale in italiano. Vediamo alcuni esempi semplici solamente per evidenziare questo.

DIRECT SPEECHINDIRECT SPEECH
I can’t see you.”He said that he couldn’t see them.
“Give me your bag.” He told her to give him her bag.”
I don’t believe you.”He said that he doesn’t believe me.”
We haven’t got your tickets.”They said that they haven’t got our tickets.

N.B. Pubblicherò un esercizio al più presto!


More about “get”

Ho già sviscerato il piccolo get in un altro articolo (QUI), ma merita sicuramente un altro po’ di attenzione vista l’ampiezza dell’argomento. Voglio dedicare questo articolo all’ uso di get per descrivere un cambio di stato, un processo di trasformazione da uno stato ad un altro. In questi casi il senso del verbo è quello di diventare, ma questo non serve mai per la traduzione essendoci già in italiano tanti verbi, sopratutto quelli riflessivi, che svolgono questo compito egregiamente senza ricorrere a nessun aiutante. La costruzione che troveremo nell’inglese è questa:

to get + aggettivo o participio passato (che funge da aggettivo)

Negli esempi che seguono mi sono limitato a proporre solamente quelle espressioni che ritengo pratiche e utili per uno studente a livello elementary/intermediate.


Verbi Riflessivi


to get angry = arrabbiarsi

  • Tom gets quite angry when I forget to lock the door.
  • Tom si arrabbia abbastanza quando dimentico di chiudere a chiave la porta.

to get annoyed = infastidirsi

  • Shut up. The teacher’s getting really annoyed.
  • Zitti. Il professore si sta infastidendo parecchio.

to get bored = annoiarsi

  • I’m getting bored with this game. Let’s try another one.
  • Mi sto annoiando di questo gioco. Proviamone un altro.

to get confused = confondersi

  • If you carry on like that, I’ll get even more confused.
  • Se continui in quel modo, mi confonderò ancora di più.

to get dirty = sporcarsi

  • These chairs are getting dirty out on the verandah.
  • Queste sedie si stanno sporcando fuori sulla veranda.

to get dressed = vestirsi

  • I’ll go and get dressed in a moment.
  • Andrò a vestirmi tra un minuto.

to get drunk = ubriacarsi

  • Tom got really drunk at Neil’s party last night.
  • Tom si è ubriacato tanto alla festa di Neil stanotte.

to get embarrassed = imbarazzarsi

  • I think Claire was getting quite embarrassed.
  • Credo che Claire si stava imbarazzando un po’.

to get engaged = fidanzarsi

  • Did you know that Paul and Lucy got engaged last week?
  • Sapevi che Paul e Lucy si sono fidanzati la settimana scorsa?

to get excited = infervorarsi

  • The kids are getting really excited about Christmas.
  • I ragazzi si stanno infervorando per il Natale.

to get impatient = spazientirsi

  • He gets very impatient if you don’t understand at once.
  • Si spazientisce molto se non capisci subito.

to get lost = perdersi

  • We got lost on our way to the hotel.
  • Ci siamo persi lungo la strada per l’albergo.

to get married = sposarsi

  • Tom and Anne are getting married in September.
  • Tom e Anne si sposano a settembre.

to get ready = prepararsi

  • My sister takes ages to get ready for work.
  • Mia sorella impiega molto tempo per prepararsi per il lavoro.

to get rich = arricchirsi

  • Tom’s trying to find a way to get rich quickly.
  • Tom sta cercando un modo per arricchirsi velocemente.

to get tired = stancarsi

  • I’m getting tired of listening to all his lies.
  • Mi sto stancando di ascoltare tutte le sue bugie.

to get upset = agitarsi

  • Don’t get upset. I’m sure it’ll be alright in the end.
  • Non ti agitare. Sono sicuro che andrà tutto bene alla fine.

to get wet = bagnarsi

  • It wasn’t raining very hard but we still got quite wet.
  • Non pioveva molto forte ma ci siamo bagnati abbastanza lo stesso.

Verbi Non Riflessivi


to get divorced = divorziare

  • Bob and Jane got divorced last year.
  • Bob e Jane hanno divorziato l’anno scorso.

to get fat = ingrassare

  • Claire’s husband has got quite fat since he stopped smoking.
  • Il marito di Claire è ingrassato abbastanza da quando ha smesso di fumare.

to get hungry = venire fame

  • I’m getting hungry. Let’s stop for lunch.
  • Mi sta venendo fame. Fermiamoci per pranzo.

to get old = invecchiare

  • When you start getting old, you have to slow down a bit.
  • Quando cominci ad invecchiare, devi rallentare un po’.

to get pregnant = rimanere incinta

  • Anne got pregnant soon after her wedding.
  • Anne è rimasta incinta presto dopo il matrimonio.

to get thirsty = venire sete

  • If you get thirsty, there’s plenty of beer in the fridge.
  • Se vi viene sete, c’è tanta birra nel frigo.

Espressioni Impersonali


to get cold = fare freddo

  • It got quite cold at night without the heating on.
  • Faceva abbastanza freddo la notte senza il riscaldamento acceso.

to get dark = fare buio

  • It gets dark quite early at this time of the year.
  • Fa buio presto in questo periodo dell’anno.

to get hot = fare caldo

  • It got very hot outside during the day.
  • Faceva molto caldo fuori durante il giorno.

to get late = fare tardi

  • It’s getting late. Let’s leave the rest for tomorrow.
  • Si sta facendo tardi. Lasciamo il resto per domani.

I used to exercise, but I’m fine now

~ used to + infinito ~

La formula used to + infinito si usa per esprimere un’abitudine o uno stato che esisteva per qualche tempo nel passato ma che non esiste più nel presente. Di solito l’equivalente in italiano è un semplice tempo imperfetto, ma poiché l’imperfetto ha diverse sfumatture in italiano, bisogna sempre valutare, prima di usare questa formula, se effettivamente il senso della frase è quello appena definito.

Bisogna dire che la formula used to non è una formula obbligata in quanto è sempre sostituibile con un normale past simple. Però è una formula che piace e che viene usata abbastanza spesso essendo più espressiva del past simple.

Prima di passare agli esempi, diamo un’occhiata alle formule di base tenendo presente che si tratta di una formula che ricalca quella del past simple:

  • Affermativo: used to + infinito
  • Negativo: didn’t use to + infinito
  • Interrogativo: did ….. use to?
  • Interrogativo negativo: didn’t ….. use to?

Bisogna stare attenti al fatto che la d finale di used scompare nelle forme negativa ed interrogativa in quanto c’è l’ausiliare did che già segna il tempo passato! L’errore di non togliere la d finale è comune anche tra nativi meno istruiti!

Ho aggiunto appositamente l’interrogativo negativo perché in questo caso è usato abbastanza spesso in qualità di richiesta di conferma piuttosto che di vera e propria domanda.

Quando si tratta di una frase con due verbi al passato, bisogna scegliere con cura quale dei due serve per fissare il momento nel tempo (past simple) e quale serve per esprimere l’abitudine (used to).

Adesso passiamo agli esempi i quali, oltre a far vedere questa formula in uso, vorrebbero anche far vedere il tipo di situazione in cui viene comunemente adoperata.


AFFERMATIVO:

  • We used to come to this pub quite often when we lived in London.
  • Venivamo in questo pub abbastanza spesso quando vivevamo a Londra.
  • Tom used to clean my windows once a month before he got his new job.
  • Tom mi lavava le finestre una volta al mese prima di avere il suo nuovo lavoro.
  • Neil used to drink beer but he prefers wine now.
  • Prima Neil beveva la birra ma preferisce il vino adesso.
  • On Tuesday evenings they always used to go to the cinema.
  • Il martedì sera andavano sempre al cinema.
  • This town used to be a really important fishing port.
  • Una volta questa città era un porto di pesca davvero importante.

N.B. Spesso nell’italiano è utile l’aggiunta di prima, una volta, in passato nella frase per rendere bene l’idea di used to.


NEGATIVO:

  • The Thames didn’t use to flood so often.
  • Il Tamigi non straripava così spesso in passato.
  • These trousers didn’t use to fit me. I must have lost weight.
  • Prima questi pantaloni non mi stavano bene. Devo essere dimagrito.
  • I’m sure this train didn’t use to stop so often.
  • Sono sicuro che prima questo treno non si fermava così spesso.
  • The workers didn’t use to have a tea break in the morning.
  • In passato gli operai non avevano una pausa per il tè la mattina.
  • Tom didn’t use to drink so much.
  • Prima Tom non beveva così tanto.

INTERROGATIVO

  • Did you use to play football or rugby at your school?
  • Giocavate a calcio o a rugby nella tua scuola?
  • Did your parents use to beat you when you were naughty?
  • I tuoi genitori ti davano botte quando facevi il monello?
  • Did you use to spend all your pocket money?
  • Spendevi tutta la tua paghetta?
  • Did Bob’s uncle use to keep pigs as well as cows?
  • Lo zio di Bob allevava maiali oltre alle mucche?
  • How did you use to go to school?
  • Come ci andavi a scuola?

INTERROGATIVO NEGATIVO

  • Didn’t Tom use to live in New York?
  • Tom non abitava a New York una volta?
  • Didn’t these keys use to open this door?
  • Queste chiavi non aprivano questa porta?
  • Didn’t you use to collect stamps?
  • Tu non facevi collezione di francobolli?
  • Didn’t this bicycle use to belong to your grandfather?
  • Questa bicicletta non apparteneva a tuo nonno?
  • Didn’t Lucy’s father use to work as a hairdresser?
  • Il padre di Lucy non lavorava come parrucchiere?

N.B.
Attenzione a non confondere questa formula con le due formule passate
“to be used to + gerundio” e “to get used to + gerundio” che si trovano QUI.


%d bloggers like this: