Sangria

Chuck

“Pensi mai di lasciare tutto questo e ritirarti a una vita di consumismo spensierato?”


Verbo ~ buttare, scaricare, (smettere, lasciare)

Un verbo di uso abbastanza comune, simile athrow, spesso abbinato a una delle preposizioniout,away (via), oin(smettere, lasciare)

  • Tomchuckedhis jacket over the back of the chair.
  • Tom buttò la sua giacca sullo schienale della sedia.
  • I’ll probablychuckthese old gloves away when I’ve finished.
  • Probabilmente butterò questi vecchi guanti quando avrò finito.
  • Justchuckeverything into the back of the car.
  • Butta tutto nel retro della macchina.
  • Would you mindchuckingthe rubbish out when you leave?
  • Ti dispiacerebbe buttare la spazzatura quando te ne vai?
  • Katechuckeda coin into the well and made a wish.
  • Kate buttò una moneta nel pozzo ed espresse un desiderio.
  • I’m going tochuckthis job in at the end of the month.*
  • Lascerò questo lavoro alla fine del mese.

*Chuck in(smettere, lasciare) è un’espressione prettamente britannica ed è quella che un inglese avrebbe usato probabilmente nella vignetta: “…chucking all this in…”. La vignetta invece è americana (Dave Coverly).

Translation Exercise • 3

La traduzione, come metodo di esercizio nell’apprendimento di una lingua, farà sicuramente parte della vecchia scuola, però, inserita in un contesto più vario di apprendimento, soprattutto con feedback in tempo reale, può sempre essere un utile esercizio di allenamento.

Consiglio una partecipazione attiva e visibile postando la tua versione tra i commenti in fondo a questa pagina. In questo modo riceverai un mio commento o suggerimento in tempo più o meno reale. Ma per chi non se la sente, si può semplicemente annotare la propria versione e controllarla attraverso i miei commenti lasciati per gli altri.

Ecco la nuova frase:

Non vedo nessuna via d’uscita facile da questa situazione piuttosto complicata a meno che qualche anima gentile non decida di darci una mano subito.


Intermediate Translation Archives
QUI

Curriculum Vitae

The professor and the student

Piccole letture in chiave umoristica e/o filosofica

[per sapere il significato delle parole evidenziate,
passaci sopra con il mouse senza cliccare]

One day a young man bumped into an older man as he was walking down the street.
“Do you remember me?” asked the young man.
“I’m afraid I don’t,” replied the old man after looking at him carefully.
“I was one of your students a long time ago,” said the young man.
“Ah!” exclaimed the old man. “And what do you do now?”
“Well, I became a teacher in the end,” replied the young man.
“Like me,” said the old man with a big smile.
“That’s right,” said the young man. “Actually, it was you who inspired me to become a teacher.”

At these words, the old man became curious and asked the young man what exactly had inspired him. The young man looked down at his feet for a moment and then told his story.

“One day, one of my classmates came to school with a really nice new watch and I convinced myself that I deserved it more than he did. So, when he went out onto the sports field to play football that afternoon, I went into the changing rooms and stole the watch from his bag. My classmate soon realised that his watch was missing and complained to our teacher, who was you. Your reaction was immediate. You addressed the entire class saying, ‘This student’s watch was stolen during sports this afternoon. Would whoever stole it please return it at once.’

“I kept quiet and said nothing. I had no intention of giving back the watch.

“At this point you closed the door and told us all to stand up and form a circle. You were going to search our pockets one by one until the watch was found. But you also told us to close our eyes because you would only look for the watch if we all had our eyes closed.

“Obviously we did as you instructed and closed our eyes.

“You then went from boy to boy searching in every pocket. But when you came to me and searched my pockets and found the watch, you didn’t stop. You carried on until you had searched the pockets of every boy in the classroom and then you said, ‘All right boys, you can open your eyes now. We have the watch.’

“You never said who had stolen the watch, you never punished me and you never even took me to one side to give me a moral lesson. In fact, you never mentioned the episode again. That day you saved my dignity forever. It was the most shameful day of my life. But it was also the day that I decided that stealing from other people was not for me. I had received your message very clearly. Thanks to you I understood what a real educator needs to do.

“Do you remember that episode, professor?”

“Yes, I remember that incident very well,” replied the old professor, “but I didn’t know that it was you who had stolen the watch because I also kept my eyes shut while I was searching.”


This is the essence of teaching:
if to correct you must humiliate,
then you don’t really know how to teach.

[read more stories]


Translation Exercise • 2

La traduzione, come metodo di esercizio nell’apprendimento di una lingua, farà sicuramente parte della vecchia scuola, però, inserita in un contesto più vario di apprendimento, soprattutto con feedback in tempo reale, può sempre essere un utile esercizio di allenamento.

Consiglio una partecipazione attiva e visibile postando la tua versione tra i commenti in fondo a questa pagina. In questo modo riceverai un mio commento o suggerimento in tempo più o meno reale. Ma per chi non se la sente, si può semplicemente annotare la propria versione e controllarla attraverso i miei commenti lasciati per gli altri.

Ecco la nuova frase:

Quando è stata l’ultima volta che hai avuto notizie da parte loro? Cosa ti fa pensare che siano ancora nei dintorni?


Intermediate Translation Archives
QUI

Speak louder


Late Lament

Listening Practice

Esercizio di listening con una differenza!

Si tratta di un brano musicale del gruppoThe Moody Bluesche fu pubblicato come epilogo al più noto brano Nights in White Satin sull’album “Days of Future Passed” nel 1967. Il brano è una piccola poesia scritta dal batterista Graeme Edge e recitata dal tastierista Mike Pinder su uno sfondo musicale del London Festival Orchestra.

Il vostro lavoro è quello di ricavare il testo completo con l’aiuto della scheda sottostante il video dove ho fornito qualche parola chiave e il numero di parole in ogni battuta. Visto che si tratta di una registrazione originale, senza ripetizioni, servirà portare indietro il video per riascoltare. Vi consiglio di ascoltare il brano alcune volte senza scrivere niente prima di passare alla stesura del testo completo.

Mettete la vostra versione nei commenti (senza fare delle ricerche su Google 😉) e vi farò sapere com’è andata!

Sentitevi liberi anche di commentare la poesia con la vostra interpretazione del significato.

thegloom
faderoom
Bedsitterlament
energyis
wrestle
Lonelyand
suckles
Seniorwishyoung
Cold-heartedrules
our
and
decide
And
%d bloggers like this: