RSS

Archivi tag: advanced

I’ve been waiting for you…

Present Perfect Continuous

Come e quando si usa il present perfect continuous in inglese? Bene, bisogna premettere che l’argomento è particolarmente insidioso e prima di affrontarlo consiglierei a tutti coloro che non hanno già una discreta familiarità con la duration form in inglese di leggere prima l’articolo QUI. Già il fatto che il present perfect continuous non esiste nella lingua italiana è indicativo della difficoltà che ci troviamo davanti, ma non ci lasciamo scoraggiare. Prima di tutto vediamo brevemente come si forma:

HAS/HAVE + BEEN + GERUNDIO
“I have been waiting for you.”

È un tempo che viene usato esclusivamente per descrivere un’azione che ha avuto inizio nel passato e che continua nel presente o che è appena finita. In ogni caso il suo rapporto con il presente è intrinseco in quanto esprime sempre – in modo esplicito o in modo implicito – l’idea di finora oppure quella di recentemente. Come tutti i tempi continuous, l’enfasi è fortemente sullo svolgersi dell’azione nel tempo, sottolineando il modo in cui è stato impiegato un trancio di tempo antistante ma connesso al presente. Quando si vuole indicare la durata dell’azione si fa con l’aggiunta di un avverbio di tempo introdotto o con for o con since (per l’uso di for e since nella duration form vedi QUI). Vediamo per prima cosa alcuni esempi tipici con la forma affermativa della duration form, tenendo presente sempre che quando si tratta di questa forma, l’equivalente in italiano è un semplice tempo presente:

  • It has been raining for three hours.
  • Piove da tre ore.
  • Jane has been working since 8.00 o’clock this morning.
  • Jane lavora dalle 8.00 di stamattina.
  • Tom has been writing books since he retired to the country.
  • Tom scrive libri da quando si è ritirato in campagna.

Continua a leggere…

 
3 commenti

Pubblicato da su 24 maggio 2017 in use of verbs, Verbi

 

Tag: , , , ,

Nobody did it

anybody

[per sapere il significato delle parole evidenziate,
passaci sopra con il mouse senza cliccare]

 

This is a little story about four typically English characters called Everybody, Somebody, Anybody, and Nobody. There was an important job to do and Everybody thought that Somebody would do it. Anybody could have done it but in the end Nobody did it. Somebody, of course, got angry about this because he felt that Everybody should have done it. Everybody insisted that Anybody could have done it, but Nobody realised that it was Everybody’s job. In the end Everybody blamed Somebody because Nobody had done what Anybody could have done.

image


Creative Commons ~ some rights reserved

 
5 commenti

Pubblicato da su 13 aprile 2017 in funny stories, Humour inglese, Inglese in azione, read

 

Tag: , , , , ,

Whether you like it or not

Come si dice “se” in inglese ~ if vs. whether

Come forse già saprai, ci sono due modi in inglese di rendere la congiunzione se: questi sono if e whether. A volte vanno bene entrambi, altre volte no. Quindi bisogna sapere quando usare l’una, quando usare l’altra e quando possono andare bene entrambi. In realtà si può semplificare il problema scegliendo if quando c’è una condizione e in tutti gli altri casi whether. Non è male come scappatoia, sicuramente da usare se ti trovi con le spalle al muro linguistico, ma la realtà è un po’ più complessa e vale la pena conoscerla. Vediamo le varie possibilità.


WHETHER ~ scelta unica

Whether presenta due possibili alternativi e lo fa in uno di due modi diversi. O propone entrambe le azioni con la formula whetheror, oppure propone una sola azione con la formula whetheror not quando l’azione alternativa è soltanto quella di non fare l’azione proposta per prima. Spesso con questo secondo costrutto la parte or not viene ommessa in quanto implicito, come in italiano.

🔵 Whether è l’unica scelta valida quando se viene seguito da un infinito (qui si sbaglia spesso).

  • I haven’t decided whether to buy a new car or a second hand car.
  • Non ho deciso se comprare una macchina nuova o di seconda mano.
  • Tom wasn’t sure whether to tell his father (or not).
  • Tom non era sicuro se dirlo a suo padre.
  • We were wondering whether to eat (or not) before going out.
  • Ci stavamo chiedendo se mangiare prima di uscire.

Continua a leggere…

 
14 commenti

Pubblicato da su 31 marzo 2017 in Appunti grammaticali, conjunctions

 

Tag: , , ,

Omega 3

Riesci a cogliere il doppio senso?

omega-3

[SOLUZIONE]


Creative Commons ~ some rights reserved

 
4 commenti

Pubblicato da su 10 marzo 2017 in funny pictures, Humour inglese

 

Tag: , , ,

Quiz Time 1

quiz-time-001

[grammar link]

 
16 commenti

Pubblicato da su 23 febbraio 2017 in Palestra, quiz time

 

Tag: , , , ,

The Canterville Ghost: Chapter 2

[ intermediate / advanced ]

Come proseguire:

  1. Ascolta, anche più volte, senza leggere il testo;
  2. Ascolta, leggendo il testo, per chiarire eventuali dubbi;
  3. Rispondi alle domande “true or false” sul testo;
  4. Controlla con le soluzioni in fondo alla pagina;
  5. Lascia nei commenti una tua breve riflessione in inglese sulla storia.

[per sapere il significato delle parole evidenziate,
passaci sopra con il mouse senza cliccare]


Clicca QUI per Chapter 1


The Canterville Ghost
by Oscar Wilde

Chapter 2

The storm raged fiercely all that night, but nothing of particular note occurred. The next morning, however, when they came down to breakfast, they found the terrible stain of blood once again on the floor. “I don’t think it can be the fault of the Paragon Detergent,” said Washington, “for I have tried it with everything. It must be the ghost.” He accordingly rubbed out the stain a second time, but the second morning it appeared again. The third morning also it was there, though the library had been locked up at night by Mr. Otis himself, and the key carried upstairs. The whole family were now quite interested; Mr. Otis began to suspect that he had been too dogmatic in his denial of the existence of ghosts, Mrs. Otis expressed her intention of joining the Psychical Society, and Washington prepared a long letter to Messrs. Myers and Podmore on the subject of the Permanence of Sanguineous Stains when connected with Crime. That night all doubts about the objective existence of phantasmata were removed for ever.

Continua a leggere…

 
2 commenti

Pubblicato da su 17 febbraio 2017 in Inglese in azione, Palestra, read & listen, true or false

 

Tag: , , ,

Insects could be the planet’s next food source

insects

Si tratta di un articolo del giornale The Guardian del 2 marzo 2013, che il sito Onestopenglish.com ha rielaborato per renderlo a livello intermediate e al quale hanno anche aggiunto diversi esercizi da svolgere basati sulla comprensione del testo.

Si può scaricare (gratis) l’articolo e i relativi esercizi in un file pdf cliccando su questo link: Insects

Consiglio di ascoltare il brano senza la trascrizione inizialmente in modo da esercitare al massimo la propria capacità di comprendere solo ascoltando (anche se la comprensione risulta minima è sempre un esercizio utile per l’orecchio!) Successivamente bisogna riascoltare con il testo davanti prima di passare agli esercizi (facoltativi ovviamente!).

Creative Commons ~ some rights reserved

 
7 commenti

Pubblicato da su 20 dicembre 2016 in Inglese in azione, read & listen

 

Tag: , , , , , ,

British English vs. American English

ukvsusa

I primi colonizzatori inglesi sono arrivati in America nel 1607 ed è da quel momento che la lingua inglese dall’altra sponda dell’Atlantico ha intrapreso il suo percorso autonomo. Oggi, anche se gli inglesi e gli americani parlano la stessa lingua, ovviamente, è pur vero che le differenze tra queste due versioni di inglese sono tali che ormai da parecchio tempo si parla di British English (BrE) e di American English (AmE) come due cose in qualche modo distinte.

Mentre è vero che esistono delle differenze che vanno aldilà di una questione puramente lessicale, le differenze principali si trovano proprio nel campo dei vocaboli e in quello dell’ortografia. In numerosi casi i due paesi usano vocaboli diversi per riferirsi alla stessa cosa o usano la stessa parola per riferirsi a due cose diverse. Ovviamente questo fatto causa non poche complicazioni per chi sta imparando l’inglese come seconda lingua. Nel campo dell’ortografia invece si tratta semplicemente di scelte diverse basate sulle due possibilità arrivate nella lingua inglese dal latino e dal francese.

Non bisogna ingrandire però l’entità del problema e di sicuro non è il caso di mettersi a memorizzare l’elenco qui sotto che deve servire invece come un semplice quadro generale, utile per risolvere eventuali dubbi e per familiarizzare con alcuni dei vocaboli e alcune delle differenze ortografiche più comuni.

Se ti interessa sapere di più sulla storia e le ragioni delle differenze di ortografia tra l’Inghilterra e gli Stati Uniti d’America, c’è un ottimo articolo (americano) QUI.

VOCABOLI

it antiorario gbanticlockwiseusacounterclockwise

it appartamento gbflatusaapartment

it ascensore gbliftusaelevator

it autostrada gbmotorwayusahighway

it autunno gbautumnusafall

Continua a leggere…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 dicembre 2016 in Lessico, vocabulary

 

Tag: , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: