It must have been love

Come si usano gli ausiliari – can, could, may, might, need, should, must, would– al passato? Prima di esplorare le varie possibilità che questi ausiliari ci offrono, rivediamo tutte le modalità che possono esprimere:

impossibilità, possibilità, probabilità, certezza, abilità, disponibilità, necessità, permesso, consiglio, rimprovero, obbligo, divieto

Adesso vediamo come si crea la forma passata di questi ausiliari:

ausiliare + have + participio passato

(Ricordiamo sempre che have è un elemento fisso di questa forma ed è invariabile.)

Adesso vediamo quali di questi ausiliari si possono utilizzare al passato e con quali modalità.


► Logical deductions


Uno dei campi più sfruttati da questi ausiliari al passato è quello delle deduzioni logiche riguardo a eventi passati.

Impossibilità / improbabilità

Quando riteniamo che il passato non può essersi svolto in un certo modo e siamo più o meno certi della nostra deduzione, utilizziamo can’t/couldn’t. Tra i due, can’t serve per una deduzione categorica di impossibilità (non può aver ecc.) mentre couldn’t tende ad oscillare un po’ tra l’impossibile e l’improbabile ed è meno categorico e più ipotetico (non avrebbe potuto ecc).

  • The dog can’t have eaten all the sausages. He was out with me all day.
  • Il cane non può aver mangiato tutte le salsicce. È stato fuori con me tutto il giorno.
  • Bob can’t have seen me, otherwise he would have stopped.
  • Bob non può avermi visto, altrimenti si sarebbe fermato.
  • Why are they still here? They can’t have understood the instructions.
  • Perché sono ancora qui? Non possono aver capito le istruzioni.

  • Thanks for helping me. I couldn’t have done it on my own.
  • Grazie per avermi aiutato. Non avrei potuto farlo da solo.
  • Tom couldn’t have explained it better than you did.
  • Tom non avrebbe potuto spiegarlo meglio di quanto l’hai fatto tu.
  • They couldn’t have caught the bus even if they’d run.
  • Non sarebbero riusciti a prendere l’autobus neanche se avessero corso.

Possibilità

Quando riteniamo che, tra le varie possibilità, il passato può essersi svolto in un modo piuttosto che in un altro, utilizziamo may/might. Anche se tra le due forme c’è poca differenza, might è forse più tipico nel quotidiano, mentre may, si dice, è da preferire in situazioni formali. Spesso questa forma si rende meglio in italiano con il futuro anteriore e, se serve, l’avverbio forse.

  • I think I might have left my wallet on the table in the restaurant.
  • Forse avrò lasciato il mio portafoglio sul tavolo nel ristorante.
  • Someone might have seen her as she was leaving the hotel.
  • Forse qualcuno l’avrà vista mentre lasciava l’albergo.
  • If we’re lucky, Lucy might have prepared something for our dinner.
  • Se siamo fortunati, Lucy avrà preparato qualcosa per la nostra cena.

  • The manager believes that one of his workers may have started the fire.
  • Il direttore ritiene che uno dei suoi operai possa aver appiccato il fuoco.
  • The accountant may have got the calculations wrong.
  • Il ragioniere può aver sbagliato i conti.
  • They may have closed the factory because of the economic crisis.
  • Forse avranno chiuso la fabbrica a causa della crisi economica.

N.B. Si potrebbe usare anche could per possibilità, ma may e might fanno il lavoro egregiamente e could è più utile in un altro campo.


Certezza

Quando riteniamo che il passato si è svolto in un certo modo e siamo certi della nostra deduzione, utilizziamo must.

  • Someone must have left the door unlocked.
  • Qualcuno deve avere lasciato la porta aperta.
  • It must have taken you ages to draw this map.
  • Devi aver impiegato un sacco di tempo per disegnare questa mappa.
  • They must have taken the shortcut to get here so quickly.
  • Devono aver preso la scorciatoia per arrivare qui così velocemente.

► Missed opportunities


Un altro campo importante da tenere presente è quello delle occasioni mancate riguardo a eventi passati.

Fattibile ma non effettuato

Quando riteniamo che un’azione passata era fattibile ma che per un motivo o un altro non è stata effettuata, utilizziamo could.

  • Bob could have called me. He’s got my number.
  • Bob avrebbe potuto chiamarmi. Ha il mio numero.
  • She could have stayed the night with us instead of paying for a hotel.
  • Avrebbe potuto stare la notte con noi invece di pagare per un albergo.
  • They could have taken the bus, but they fancied a walk.
  • Avrebbero potuto prendere l’autobus, ma volevano fare una passeggiata.
Circostanze a sfavore

Quando vogliamo raccontare come si sarebbe svolto (o non si sarebbe svolto) il passato se le circostanze fossero state diversi, utilizziamo would. Di solito la costruzione della frase richiede l’uso di if o di but. Spesso si tratta del 3° condizionale nella sua forma più tipica.

  • I would have told him the whole story but he didn’t seem interested.
  • Gli avrei raccontato tutta la storia ma non sembrava interessato.
  • We wouldn’t have bought it if we’d known it was stolen.
  • Non l’avremmo comprato se avessimo saputo che era stato rubato.
  • They would have come to the meeting, but Tom didn’t invite them.
  • Sarebbero venuti alla riunione, ma Tom non li ha invitati.
  • The teacher would have forgiven him if he’d admitted that he was wrong.
  • L’insegnante l’avrebbe perdonato se avesse ammesso di avere torto.

► Unnecessary actions


Quando vogliamo far capire che un’azione, che è stata già svolta, non era affatto necessaria, utilizziamo needn’t.

  • You needn’t have brought wine. We’ve got plenty.
  • Non c’era bisogno che portassi vino. Ne abbiamo tanto.
  • Lucy needn’t have waited for us. We’ve got our own keys.
  • Non c’era bisogno che Lucy ci aspettasse. Abbiamo le nostre chiavi.
  • We needn’t have taken our coats. The weather was very mild.
  • Non c’era bisogno che portassimo i nostri cappotti. Il tempo è stato molto mite.

N.B. In questi casi la forma italiana più consueta potrebbe essere non dovevi, non dovevano ecc.


► Reproaching people


Quando vogliamo rimproverare qualcuno (anche noi stessi), direttamente o indirettamente, per un’azione svolta che riteniamo sbagliata, o per non aver svolto un’azione che riteniamo corretta, utilizziamo should / shouldn’t.

  • They should have stayed until the end of Bob’s speech.
  • Avrebbero dovuto rimanere fino alla fine del discorso di Bob.
  • She shouldn’t have told Tom about the company’s financial problems.
  • Non avrebbe dovuto parlare con Tom dei problemi economici dell’azienda.
  • I should have listened to my father’s advice.
  • Avrei dovuto ascoltare i consigli di mio padre.
  • The players shouldn’t have taken their medals off.
  • I giocatori non avrebbero dovuto togliere le loro medaglie.

N.B. Spesso si usano anche might o could per rimproverare qualcuno per non aver svolto un’azione che riteniamo corretta. In questo caso funziona solo nella forma affermativa e il tono della voce diventa un fattore importante. Forse in questo caso esprime più risentimento che rimprovero.

  • You might have told me it was a fancy dress party!
  • Avresti potuto avvisarmi che era una festa in maschera.
  • They could have waited for us to arrive before starting!
  • Avrebbero potuto aspettarci prima di cominciare.

N.B.2 Spesso la forma negativa viene usato, come in italiano, nei confronti di un invitato che porta un regalo non previsto. In questo caso non si tratta di un rimprovero, ovviamente, ma di un modo un po’ formale di ringraziare. Di solito la frase rimane sospesa senza verbo principale.

  • Oh, Lucy, you shouldn’t have…
  • Oh, Lucy, non dovevi…

Author: Tony

Born and raised in Malaysia between Kuala Lumpur and Singapore. Educated at Wycliffe College in Stonehouse, Gloucestershire, England. Living in the foothills of Mount Etna since 1982 and teaching English at Catania University since 1987.

2 thoughts on “It must have been love”

Partecipa anche tu!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: