RSS

An introduction to phrasal verbs

30 Mag

phrasal-verbs

I phrasal verbs sono uno degli elementi meno intuibili della lingua inglese; raramente seguono una logica, spesso hanno più di un significato, e possono essere transitivi, intransitivi o tutti e due. Di conseguenza sono piuttosto problematici per chi studia la lingua. Però sono anche un segno della vitalità della lingua inglese e la sua capacità di cambiarsi e adattarsi, di tenere il passo dell’umore socioculturale del momento. Vanno appresi tranquillamente, a uno a uno, man mano che si incontrano e non cercando di mettere un grande numero a memoria tutti in una volta.

Qui cercheremo, nella maniera più semplice e serena possibile, di demistificare ed addomesticare questi verbi il cui uso dilagante nel linguaggio discorsivo odierno (il Cambridge Phrasal Verb Dictionary vanta 432 pagine!) rende indispensabile una conoscenza almeno sommaria di che cosa sono e come funzionano.

Prima di scendere nei dettagli però, vediamo esattamente che cosa si intende con il termine phrasal verb. In pratica non è altro che un verbo comune al quale viene abbinata una particella (preposizione o avverbio) che lo investe di un significato del tutto nuovo, di solito lontano dal significato originale e che raramente si può intuire traducendo il verbo e la particella singolarmente. Ad alcuni phrasal verbs vengono abbinate anche due particelle.

Prendiamo un esempio pratico e comune: il phrasal verb to get up (alzarsi). Se prendiamo il verbo e la particella singolarmente ci danno un significato che sarebbe qualcosa come prendere su che non solo non c’entra niente con l’idea di alzarsi, ma in questo caso non ha neanche senso. Questo ci porta ad una fondamentale ed importantissima considerazione:

Ogni phrasal verb va imparato come un semplice elemento di lessico nuovo anche se gli elementi singoli che lo compongono risultano familiari.

Detto questo, è comunque vero che a volte si può intuire il significato di un phrasal verb dai suoi componenti come nel caso del verbo to go out (uscire). In questo caso i singolo elementi ci danno il significato andare fuori che è praticamente sinonimo di uscire e quindi ci siamo come significato. Purtroppo questa fortuna è piuttosto rara e non possiamo affidarcene! Basta riflettere sul fatto che il phrasal verb to go out può significare anche spegnersi (fuoco, candela, luce elettrica) per capire quanto è facile sbagliare con la traduzione letterale!

Quest’ultima considerazione ci porta ad uno degli aspetti forse più sconcertanti dei phrasal verbs e cioè il fatto che una sola combinazione di verbo e particella può avere più significati. Ma non ci lasciamo scoraggiare da questi piccoli dettagli e facciamo piuttosto una prima suddivisione dei phrasal verbs in due fondamentali gruppi: intransitivi e transitivi (tenendo presente che numerosi phrasal verbs possono essere intransitivi con un significato e transitivi con un altro significato).


Intransitivi

Il gruppo dei phrasal verbs intransitivi è sicuramente il più facile da imparare ad usare in quanto non c’è un complemento oggetto da gestire e il verbo con la sua particella sono rigorosamente inseparabili. Un buon esempio di un utile phrasal verb intransitivo è to get together (incontrarsi informalmente). Vediamo qualche esempio di come si può usare:

  • The boys often get together for a pizza on Saturday evenings.
  • Spesso i ragazzi si incontrano per una pizza il sabato sera.
  • We must all get together one of these days.
  • Dobbiamo incontrarci tutti uno di questi giorni.
  • Michael’s family always gets together at Christmas and Easter.
  • La famiglia di Michele si riunisce sempre a Natale e a Pasqua.

N.B. Esiste anche il phrasal verb transitivo to get something together (raccogliere qualcosa)

  • Let’s get all these photos together and put them in an album.
  • Raccogliamo tutte queste foto e le mettiamo in un album.

Vediamo adesso un altro esempio: to hang out (essere/stare in giro, ritrovarsi)

  • Bob usually hangs out at Tom’s house on Saturday afternoons.
  • Di solito Bob si ritrova a casa di Tom il sabato pomeriggio.
  • Where do the kids hang out in this town?
  • Dove stanno in giro i ragazzi in questo paese?
  • We’re just hanging out for the moment.
  • Stiamo in giro per adesso.

N.B. Esiste anche il phrasal verb transitivo to hang something out (appendere qualcosa fuori)

  • I really should hang these clothes out to dry now that the sun is out.
  • Dovrei veramente appendere questi vestiti fuori ad asciugare adesso che il sole è uscito.

Transitivi

Il gruppo di phrasal verbs transitivi è un po’ più problematico a causa della presenza del complemento oggetto e deve essere subito suddiviso nuovamente in altri due gruppi: inseparabili e separabili, termini con i quali indichiamo se il complemento oggetto può inserirsi tra il verbo e la particella o no. Un buon sistema per ricordare se un phrasal verb transitivo è inseparabile o separabile è quello di memorizzarlo con l’inserimento di ‘someone/something’. Nel caso di verbi inseparabili questo viene collocato dopo la particella ~ to look after someone/something (badare a qualcuno o qualcosa); nel caso dei verbi separabili viene collocato tra il verbo e la particella ~ to take something off (togliere qualcosa).

Vediamo per prima il gruppo phrasal verbs transitivi e inseparabili: il più facile.

Inseparabile
Questo gruppo di verbi non ci permette di inserire niente tra il verbo e la sua particella e di conseguenza il complemento oggetto viene collocato subito dopo la particella. Un buon esempio di un utile phrasal verb di questo genere è to look after someone/something (badare, prendersi cura di). Vediamo qualche esempio di come può essere utilizzato:

  • When my parents go out in the evening I stay at home and look after my younger sister.
  • Quando i miei genitori escono la sera io rimango a casa e bado a mia sorella più piccola.
  • Who will look after your garden when you’re on holiday?
  • Chi ci penserà al tuo giardino quando sarai via in vacanza?
  • Would you mind looking after my bag while I get my ticket?
  • Ti dispiacerebbe badare alla mia borsa mentre prendo il mio biglietto?

Vediamo adesso un altro esempio: to get over something (riprendersi da).

  • I’m just getting over a really bad cold and I’m still not feeling very well.
  • Mi sto appena riprendendo da un brutto raffredore e ancora non mi sento molto bene.
  • Bob still hasn’t got over the news about Frank’s brother.
  • Bob non si è ancora ripreso dalla notizia del fratello di Frank.
  • Do you think they will ever get over the closure of the factory?
  • Pensi che si riprenderanno mai dalla chiusura della fabbrica?

Separabile
Questo gruppo di verbi è un po’ più problematico in quanto il complemento oggetto può essere collocato o tra il verbo e la particella oppure subito dopo la particella. Ovviamente chi sta imparando l’uso di questi verbi vorrà sapere subito come comportarsi di fronte a questa scelta. Bene, l’unica regola fissa per quanto riguarda la posizione del complemento oggetto è quando si tratta di pronomi. In questo caso siamo obbligati a collocare il pronome in questione tra il verbo e la particella:

  • What did Bob do with his shoes? He took them off.
  • Cosa ha fatto Bob con le sue scarpe? Le ha tolte.

Qui non possiamo dire “He took off them” che avrebbe un suono molto strano e sarebbe piuttosto difficile da comprendere.

● Quando invece il complemento oggetto è un semplice sostantivo si può scegliere liberamente la posizione: o tra il verbo e la particella oppure subito dopo la particella:

  • Bob took his shoes off before going to bed.
  • Bob took off his shoes before going to bed.
  • Bob si è tolto le scarpe prima di andare a letto.

● Finché il complemento oggetto non si allunga troppo resta sempre la possibilità di scegliere liberamente la posizione del complemento oggetto:

  • Bob took his jacket and shoes off before going to bed.
  • Bob took off his jacket and shoes before going to bed.
  • Bob si è tolto la giacca e le scarpe prima di andare a letto.

● Quando il complemento oggetto si allunga oltre il normale, la tendenza è quella di non separare più il verbo e la particella, anche se resta sempre una possibilità:

  • Bob took off everything he was wearing before going to bed.
  • Bob si è tolto tutto quello che indossava prima di andare a letto.

(“Bob took everything he was wearing off before going to bed” è possibile ma è già al limite!)

● Quando il complemento oggetto si allunga oltremisura non è più consigliabile inserirlo tra il verbo e la particella:

  • Bob took off everything he was wearing except his underwear before going to bed.
  • Bob si è tolto tutto quello che indossava tranne gli indumenti intimi prima di andare a letto.

In questo caso, se cerchiamo di inserire il complemento oggetto tra il verbo e la particella ~ Bob took everything he was wearing except his underwear off before going to bed ~ la particella risulterebbe troppo lontano dal suo verbo di riferimento e la frase avrebbe un suono molto strano e piuttosto difficile da comprendere.

N.B. Visto che non c’è una vera e propria regola che governa la questione della posizione del complemento oggetto (tranne quello del pronome), è bene ricordare che più lungo è il complemento oggetto, meno conviene inserirlo tra il verbo e la particella. Usa l’orecchio come guida!


Adesso sei pronto per dare un’occhiata incuriosita alla lista di Ingliando dei common phrasal verbs. Per non allungare troppo la pagina c’è un solo esempio per ogni verbo e nel caso dei verbi separabili, il complemento oggetto viene collocato tra il verbo e la particella proprio per sottolineare la natura separabile del verbo. Ovviamente con questi verbi, come spiegato qui sopra, la particella può anche rimanere unit al verbo e il complemento oggetto collocato dopo (tranne nel caso dei pronomi).

COMMON PHRASAL VERBS


Creative Commons ~ some rights reserved

 
3 commenti

Pubblicato da su 30 maggio 2014 in Appunti grammaticali, syntax, use of verbs, Verbi

 

Tag: , , ,

3 risposte a “An introduction to phrasal verbs

  1. roberta

    10 dicembre 2016 at 14:17

    Thank you !!!!!very interesting lesson!!

     
    • Tony

      10 dicembre 2016 at 15:29

      Thank you, Roberta. 🙂

       

Partecipa anche tu!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: