Multiple Choice: Exercise 18

ELEMENTARY

La risposta giusta è già nei commenti sottostanti.
Non guardare prime di provare!

Multiple Choice: Exercise 17

ELEMENTARY

  1. Scegli la versione che ritieni corretta e clicca la pallina bianca accanto.
  2. Clicca su VOTE.
  3. Tra qualche giorno cerca la versione giusta tra i commenti sottostanti.
  4. Chiedi spiegazioni se resta qualche dubbio.


Just another blog post

Just ~ l’aggettivo / Just ~ l’avverbio

Hai mai notato con quale frequenza la parola just si fa sentire nell’inglese parlato? In effetti è una parola con diversi significati e tanti usi idiomatici i quali tendono a complicare un po’ l’apprendimento. Tuttavia una guida semplice si può stilare, illustrando i significati principali e limitando gli usi idiomatici a quelli più comuni e utili. Vediamo nel dettaglio.


Just ~ l’aggettivo

Comincio con l’aggettivo just perché è semplice e non molto usato nella lingua parlata quotidiana:

  • just = giusto, onesto, imparziale, corretto, leggittimo

Come si vede, le sfumature di significato sono diverse anche se il campo è, effettivamente, uno solo.

Vediamo degli esempi pratici:

  • The locals are fighting for a just cause.
  • La gente del posto sta lottando per una giusta causa.
  • The mayor at that time was a just man.
  • Il sindaco in quel periodo era un uomo onesto.
  • I think it was a just decision.
  • Credo che è stata una decisione imparziale.
  • The manager always used just measures with his workers.
  • Il dirigente usava sempre delle misure corrette con i suoi dipendenti.
  • She has a just reason to ask for a refund.
  • Ha un motivo leggittimo per chiedere un rimborso.

Just ~ l’avverbio

L’avverbio just, invece, è molto usato nella lingua parlata quotidiana con TRE significati principali:

  • appena / per un pelo / per poco
  • solo / soltanto / solamente /semplicemente
  • proprio / davvero / precisamente / esattamente

Vediamo degli esempi pratici:

Appena, per un pelo, per poco

Usato in questo senso, just si colloca, come gli avverbi di frequenza, prima del verbo principale. Quando si tratta di un’azione che si è conclusa da poco, si usa moltissimo, ma non esclusivamente, con il present perfect:

  • Bob has just moved to the country.
  • Bob si è appena trasferito in campagna.
  • I’ve just finished reading “The Tin Drum”.
  • Ho appena finito di leggere “Il Tamburo di Latta”.
  • She just managed to keep her balance.
  • È riuscita per un pelo a mantenere l’equilibrio.
  • Tom has just come out of hospital.
  • Tom è appena uscito dall’ospedale.
  • Guess who I’ve just seen.
  • Indovina chi ho appena visto.
  • Bob just missed the last train.
  • Bob ha perso per poco l’ultimo treno.

Solo, soltanto, solamente, semplicemente

Usato in questo senso, just, come only, non ha una posizione fissa e va posizionato o (al solito) prima del verbo principale, oppure davanti ad una parola alla quale si vuole dare maggiore rilievo:

  • We’ve got just one lemon left.
  • Abbiamo solo un limone rimasto.
  • There were just a few people on the beach this morning.
  • C’erano soltanto poche persone sulla spiaggia stamattina.
  • I’m afraid I just know his first name.
  • Temo di sapere solamente il suo nome di battesimo.
  • It’s just too difficult for me, I’m afraid.
  • È semplicemente troppo difficile per me, temo.
  • Just a moment.
  • (aspetta / ci vorrà) Solo un momento.

Proprio, davvero, precisamente, esattamente

Usato in questo senso, just diventa più enfatico e spesso viene sottolineato con il tono della voce:

  • These biscuits are just delicious.
  • Questi biscotti sono proprio squisiti.
  • It’s just incredible how much he can eat!
  • È davvero incredibile quanto riesce a mangiare!
  • That’s just what Bob was trying say.
  • Questo è precisamente quello che Bob cercava di dire.
  • Thank you so much! It’s just what I’ve always wanted.
  • Grazie tanto! È esattamente quello che ho sempre voluto.

Al di fuori degli usi principali elencati sopra, just si trova in moltissime espressioni idiomatiche. Spesso queste espressioni ricalcano più o meno i significati sopra elencati, ma non è sempre evidente a prima vista e non è sempre utile per quanto riguarda la traduzione. Vediamo adesso alcune delle espressioni più comuni e più utili.


Just about = più o meno, praticamente

  • I’m just about ready for my bed.
  • Sono più o meno pronto per il mio letto.
  • That’s just about all I can remember.
  • Questo è praticamente tutto quello che mi ricordo.
  • Well, this illness has just about put an end to my plans.
  • Bene, questa malattia ha più o meno messo fine ai miei progetti.
  • Their constant arguing just about ruined the day.
  • Il loro costante litigare ha praticamente rovinato la giornata.

Just in case = nel caso che, nel caso dovesse

  • Take an umbrella with you just in case it rains.
  • Porta un ombrello con te nel caso che piovesse.
  • Here’s my phone number just in case you get lost.
  • Ecco il mio numero di telefono nel caso dovessi perderti.
  • Would you mind keeping the spare key just in case I lose mine?
  • Ti dispiacerebbe tenere la chive di riserva nel caso che perdessi la mia?

Just as well = meno male, tanto vale

  • It’s just as well I phoned first. They’re closed all day today.
  • Meno male che ho chiamato prima. Sono chiusi tutto il giorno oggi.
  • You might just as well apply for the job now.
  • Tanto vale che fai la domanda per il posto di lavoro adesso.
  • It’s just as well you bought the tickets when you did. There are none left.
  • Meno male che hai comprato i biglietti quando l’hai fatto. Non ce ne sono più.
  • We might just as well wait now. They’ll be open soon.
  • Tanto vale che aspettiamo ormai. Saranno aperti tra poco.

Just like = tipico di

  • It was just like Jane to have supper ready when we arrived.
  • Era tipico di Jane avere la cena pronta quando siamo arrivati.
  • It was just like Tom to ask so many questions.
  • Era tipico di Tom fare tante domande.

Just right = perfetto

  • This job would be just right for me.
  • Questo lavoro sarebbe perfetto per me.
  • Look! This jacket is just right.
  • Guarda! Questa giacca è perfetta.

Just like that = all’improvviso

  • The next minute he pulled out a gun – just like that!
  • Un attimo dopo ha tirato fuori una pistola – all’improvviso!
  • Bob’s mobile phone exploded – just like that!
  • Il cellulare di Bob scoppiò – all’improvviso!

Just + imperativo = …… e basta!

  • Just do what I say!
  • Fai quello che ti dico e basta!
  • Just give me another five minutes!
  • Dammi altri cinque minuti e basta!
  • Just take it easy.
  • Fai con calma e basta.

Ci sono tante altre espressioni con just, ma normalmente si possono capire senza problemi, semplicemente traducendo just in uno dei tre modi principali: appena, solamente, proprio.


Multiple Choice: Exercise 3

INTERMEDIATE

  1. Scegli la versione che ritieni corretta e cliccala.
  2. Clicca su VOTE.
  3. Controlla la tua risposta nei commenti.
  4. Chiedi spiegazioni se resta qualche dubbio.


Multiple Choice: Exercise 2

ELEMENTARY

  1. Scegli la versione che ritieni corretta e cliccala.
  2. Clicca su VOTE.
  3. Controlla la tua risposta nei commenti.
  4. Chiedi spiegazioni se resta qualche dubbio.


An interesting, new, grammar lesson

Prima o poi, imparando una nuova lingua, viene il desiderio e/o l’esigenza di potersi esprimere in modo più interessante. È il momento di fare una scorpacciata di aggettivi di ogni forma, colore, misura e gusto. Però, una volta messo a memoria un buon numero di aggettivi utili, nasce un nuovo problema: gli aggettivi in inglese devono seguire un ordine preciso o si possono mettere in fila in modo casuale?

Bene, come accade sempre nelle lingue, la regola nasce dall’uso e l’uso nasce spontaneamente tra la gente. Questo significa che la regola è più che altro una consuetudine consolidata nel tempo, sempre soggetta in parte ad interpretazione, cambiamenti e varianti. Detto questo, serve comunque un punto di riferimento da dove partire e questo lo possiamo stabilire qui.

Intanto bisogna dire che è molto raro in inglese utilizzare più di tre aggettivi insieme ed è più comune usarne solo uno o due. Questo riduce la difficoltà della questione notevolmente!


In genere l’ordine da seguire è questo

1) NUMERO

2) GIUDIZIO

3) MISURA

4) CONDIZIONE

5) ETÀ

6) FORMA

7) COLORE

8) PROVENIENZA

9) MATERIALE

10) UTILIZZO

L’ordine di queste 10 categorie è abbastanza fisso


A questo punto elenchiamo una piccola selezione di aggettivi comuni per ogni categoria
per vedere esattamente di che cosa stiamo parlando.


1) NUMERO

  • five / twenty / three hundred
  • cinque / venti / tre cento

2) GIUDIZIO

  • fantastic / wonderful / marvellous / great ~ terrible / horrible / awful
  • fantastico ~ terribile
  • good / nice ~ bad
  • buono / carino ~ brutto
  • fascinating, interesting ~ boring, dull
  • affascinanate, interessante ~ noioso
  • beautiful, pretty ~ ugly
  • bello, carino ~ brutto
  • delicious, tasty ~ disgusting, horrible
  • squisito, gustoso ~ disgustoso, horrible
  • expensive ~ cheap
  • costoso ~ a buon prezzo
  • ordinary, normal ~ strange, weird
  • normale ~ strano
  • easy ~ difficult
  • facile ~ difficile

3) Misura

  • enormous, gigantic, huge ~ tiny, minute
  • enorme ~ minuscolo
  • large, big ~ small, little
  • grande ~ piccolo
  • tall / high ~ short
  • alto ~ basso
  • long ~ short
  • lungo ~ corto
  • fat ~ thin
  • grasso/grosso/spesso ~ magro/sottile/stretto
  • heavy ~ light
  • pesante ~ leggero

4) Condizione

  • clean ~ dirty
  • pulito ~ sporco
  • wet ~ dry
  • bagnato ~ asciutto
  • rich ~ poor
  • ricco ~ povero
  • strong ~ weak
  • forte ~ debole

5) Età

  • modern ~ ancient, antique
  • moderno ~ antico
  • new ~ old
  • nuovo ~ vecchio
  • young ~ old
  • giovane ~ vecchio

6) Forma

  • round, square, rectangular, triangular, star-shaped, heart-shaped etc
  • rotondo, quadrato, rettangolare, triangolare, a forma di stella, a forma di cuore ecc

7) Colore ~ (vedi/ascolti l’audio album Vocabulary traccia 18)

  • red, orange, yellow, green, blue, violet, pink, purple, brown, grey, white, black etc
  • rosso, arancione, giallo, verde, blu, viola, rosa, porpora, marrone, grigio, bianco, nero ecc

8) PROVENIENZA ~ nazionalità del paese di origine ~ (vedi/ascolti l’audio album Vocabulary traccia 9)

  • English, Irish, Scottish, Welsh, American, Australian, Canadian, South African etc
  • inglese, irlandese, scozzese, gallese, americano, australiano, canadese, sud africano ecc

9) MATERIALE ~ materiale di produzione

  • metal, gold, silver, aluminium, glass, wooden, paper, leather, rubber, plastic, synthetic etc
  • di metallo, d’oro, di argente, di aluminio, di vetro, di legno, di carta, di pelle, di gomma, di plastica, sintetico ecc

10) UTILIZZO ~ destinazione d’utilizzo predefinito

(gerundi o sostantivi usati come aggettivi per rendere specifico un sostantivo generico)

🔹 Gerundi

  • shopping (bag, basket), gardening (gloves, shoes), riding (hat, jacket), sleeping (bag, pills) etc
  • borsa / cestino per la spesa, guanti / scarpe per il giardinaggio, capello / giacca per l’equitazione, sacco a pelo / sonniferi ecc

🔹 Sostantivi

  • wine (bottle, glass), basketball (team, player), wedding (dress, cake), pencil (sharpener, case) etc
  • bottlglia / bicchiere per il vino, squadra / giocatore di basketball, vestito / torta nuziale, temperino / portapenne ecc

Serve un acronimo? N – O – D – C – A – S – C – O – M – P

Nnumbertwo, five
Oopinionnice, pretty
Ddimensionbig, small
Cconditionclean, rich
Aageyoung, old
Sshaperound, square
Ccolourred, blue
OoriginMexican, Chinese
Mmaterialgold, plastic
Ppurposeshopping (as in ‘shopping bag’)

ESEMPI


Alcuni esempi (un po’ forzati) con il ‘massimo’ di tre aggettivi:

  • There are three new French players in the team.
  • Ci sono tre nuovi giocatori francesi nella squadra.
  • We had a delicious cheap Indian curry.
  • Abbiamo mangiato un delizioso ed economico curry indiano.
  • I bought a pair of expensive brown leather shoes.
  • Ho comprato un paio di costose scarpe di cuoio marrone.
  • The dog was playing with a big red rubber ball.
  • Il cane giocava con una grande palla rossa di gomma.
  • They lived in a wonderful old Spanish villa.
  • Abitavano in una stupenda, vecchia villa spagnola.
  • There was a strange tiny triangular symbol on the cover of the book.
  • C’era uno strano simbolo, piccolo e triangolare, sulla copertina del libro.
  • A thin old Japanese waiter opened the door.
  • Un cameriere giapponese, magro e vecchio, aprì la porta.

Altri esempi più comuni con solo due aggettivi:

  • Jane was wearing a pretty white dress.
  • Jane indossava un carino vestito bianco.
  • We have bought a round wooden table for the dining-room.
  • Abbiamo comprato un tavolo rotondo di legno per la sala da pranzo.
  • He married a beautiful Arabian princess.
  • Egli sposò una bellissima principessa araba.
  • There was a dirty old towel on the floor.
  • C’era un vecchio asciugamano sporco sul pavimento.
  • Bob gave Jane a big red rose.
  • Bob diede a Jane una grande rosa rossa.
  • She came from an ancient aristocratic family.
  • Lei veniva da un’antica famiglia aristocratica.

How old are you? (e compagnia bella)

How old are you?” è sicuramente una delle domande più conosciute in inglese anche per chi l’ha studiato poco o niente, quindi non ha bisogno di grandi presentazioni. Però ci da lo spunto per alcune considerazioni utili e importanti. La prima di queste è abbastanza elementare ma la ripassiamo per chi è ancora agli esordi con la lingua inglese.

Essa consiste nella formulazione della risposta alla domanda “How old are you?” perché, come avviene spesso, l’influenza della madrelingua italiana ci porta facilmente a sbagliare. Innanzitutto, bisogna fissare bene in mente il fatto che l’età in inglese si esprime con il verbo essere (to be) e non con il verbo avere (to have) come avviene in italiano. Facile, no? Ma attenzione che si dimentica anche facilmente. In effetti con la domanda, “How old are you?” non chiediamo “Quanti anni hai?” ma “Quanto vecchio sei?” Ecco perché si usa il verbo essere. Quindi anche la risposta utilizzerà il verbo essere in quanto la nostra risposta dovrebbe prendere la forma di “Sono 23 anni vecchio” ovvero “I am 23 years old.”

In inglese molto spesso questa risposta viene accorciata a “I am 23” perché il significato del numero 23 in questo contesto è piuttosto evidente e le parole “years old” possono rimanere di conseguenza sottintese.

Invece l’errore che si fa spessissimo è quello di rispondere “I’m 23 years” oppure, peggio, “I have 23 years.” Entrambi questi errori sono causate dall’influenza della madrelingua dove si usa il verbo avere per esprimere l’età e dove la parola anni viene espresso nella risposta “Ho 23 anni” ma non la parola vecchio. In inglese, come già detto, si usa il verbo essere e,  poiché le parole “years old” sono inseparabili, o si mettono tutte e due o si tolgono tutte e due, lasciando solamente il numero.

Bene. Passiamo alle altre, più interessanti, considerazioni.


La combinazione, “How + aggettivo” all’inizio di una frase o di una domanda non si limita a “How old” ma è molto sfruttato per formulare tante frasi e domande simile, alcune delle quale sono diventate anche famose:

  • How sweet it is (to be loved by you) ~ Quanto è dolce essere amato da te (canzone di Marvin Gaye, 1965, poi cantata anche da James Taylor)
  • How wonderful life is now you’re in the world ~ Quanto è meravigliosa la vita adesso che ci sei tu nel mondo (canzone “Your Song” di Elton John, 1969)
  • How deep is your love? ~ Quanto è profondo il tuo amore? (canzone dei Bee Geees, 1977)
  • How far can you fly? ~ Quanto lontano puoi volare? (composizione di Luca Flores, 1995)
  • How long has this been going on? ~ Da quanto tempo (questo) va avanti così? (album di Van Morrison, 1996)
  • How strong do you think I am? ~ Quanto forte pensi che io sia? (canzone do Alexz Johnson, 2006)

La formula può essere usata sia in forma affermativa (esempi 1 e 2) che in forma interrogativa (esempi 3, 4, 5 e 6), ma attenzione ad invertire il soggetto e l’ausiliare SOLO quando si tratta della forma interrogativa.

Vediamo qualche esempio più comune:

  • How big is Bob’s house? ~ Quanto è grande la casa di Bob?(forma interrogativa)
  • I don’t know how big Bob’s house is. ~ Non so quanto è grande la casa di Bob. (forma affermativa)
  • How tall is Bob’s brother? ~ Quanto è alto il fratello di Bob? (forma interrogativa)
  • I can’t remember how tall Bob’s brother is. ~ Non mi ricordo (non riesco a ricordare) quanto è alto il fratello di Bob. (forma affermativa)
  • How difficult is the exam? ~ Quanto è difficile l’esame? (forma interrogativa)
  • Nobody knows how difficult the exam is. ~ Nessuno sa quanto è difficile l’esame. (forma affermativa)

La formula quantitativa “how + aggettivo” può essere estesa anche ai sostantivi grazie all’inserimento degli aggettivi quantitativi “generici” much e many che fanno da legame tra “how” e il sostantivo in questione. Attenzione che much si usa con i sostantivi non-numerabili e many con i sostantivi numerabili:

  • How much milk is there in the fridge? ~ Quanto latte c’è nel frigo? (latte = non-numerabile)
  • How many students are there in your class? ~ Quanti studenti ci sono nella tua classe? (student = numerabile)
  • How much time have we got? ~ Quanto tempo abbiamo? (tempo = non-numerabile)
  • How many times have you seen this film? ~ Quante volte hai visto questo film? (volta = numerabile)
  • How much sugar did you buy? ~ Quanto zucchero hai comprato? (zucchero = non-numerabile)
  • How many tickets did you sell? ~ Quanti biglietti hai venduto? (biglietto = numerabile)

Infine ci sono delle espressioni idiomatiche che usano la formula how + aggettivo però più con il senso esortativo di che che con quello quantitativo di quanto:

  • How boring. ~ Che noia.
  • How strange. ~ Che strano.
  • How wonderful. ~ Che meraviglia.
  • How kind of you. ~ Che gentile da parte tua.
  • How sweet of her. ~ Che dolce da parte sua.
  • How thoughtful of them. ~ Che premuroso da parte loro.
  • How lovely to hear from you. ~ Che bello ricevere le tue notizie. (tipico di una lettera scritta)

P.S.


Don’t say “shoes shop” in English

L’idea è buona ma l’esecuzione è sbagliata.

Il trucco utilizzato consiste nel prendere un sostantivo e farlo diventare aggettivo piazzandolo davanti ad un altro sostantivo e cioè nella posizione tipica del aggettivo in inglese. Facendo così riusciamo a rendere più sintetiche espressioni come “un biglietto per l’autobus”, “la finestra della cucina”, “le chiave della macchina”, “un bicchiere da vino”, “un libro di storia”, e così via…

Un biglietto per l’autobus ~ a bus ticket
La finestra della cucina ~ the kitchen window
Le chiavi della macchina ~ the car keys
Un bicchiere da vino ~ a wine glass
Un libro di storia ~ a history book

Questo trucco esiste da tanti anni e molto parole si sono unite nel tempo:

Suitcase ~ (suit case) ~ “cassa per i vestiti” (valigia)
Teacup ~ (tea cup) ~ “tazza per il tè” (tazza da tè)
Earring ~ (ear ring) ~ “annello per l’orecchio” (orecchino)
Necklace ~ (neck lace) ~ “laccio per il collo” (collana)
Il problema nasce quando il sostantivo che dovrà diventare aggettivo si trova in italiano nella forma plurale come nel esempio di “un negozio di scarpe”.

Applicando il trucco, la logica ci porta a dire “shoes shop”. Ma, nel momento in cui la parola “shoes” diventa a tutti gli effetto un aggettivo non può stare più nella forma plurale in quanto gli aggettivi in inglese non hanno una forma plurale!

Di conseguenza dobbiamo dire “a shoe shop”.

A stamp collection ~ una collezione di francobolli
A pencil box ~ una portamattite
A photograph album ~ un album per le foto
A flower vase ~ un vaso per i fiori

L’altra cosa da non confondere è la differenza tra questo trucco e il genitivo sassone. Bisogna ricordare sempre che per utilizzare il genitivo sassone ci dev’essere (con poche eccezioni) un “possessore”, cioè un essere vivente (persona o animale) che “possiede” (anche in senso lato). In questo caso si applicano tutte le regole per il genitivo sassone con l’utilizzo dell’apostrofo e della “s” aggiuntiva.

N.B.

  • A wine glass = un bicchiere da vino (‘wine’ descrive il tipo di bicchiere)
  • A glass of wine = un bicchiere di vino (‘wine’ è ciò che è contenuto nel bicchiere)

%d bloggers like this: