RSS

Archivi tag: have

Everything changes, nothing stays the same


Creative Commons ~ some rights reserved

 
8 commenti

Pubblicato da su 10 maggio 2017 in funny pictures, Humour inglese

 

Tag: ,

Have you just had your hair cut?

have-something-done

to have something done = farsi fare qualcosa

Probabilmente risulta un po’ complicata in tutte le lingue quella situazione dove vuoi fare una cosa per te stesso ma non vuoi o non puoi farlo tu e devi fare in modo che qualcuno lo faccia per te. La situazione è aggravata dal fatto che non ti interessa parlare di chi lo fa ma semplicemente di ciò che viene fatto. Un’opzione abbastanza ovvia sarebbe quella di usare la forma passiva, ma spesso risulta troppo verbosa per le nostre esigenze e quindi si finisce per inventare una formula idiomatica che nel caso della lingua inglese è il nostro to have something done, in italiano farsi fare qualcosa.

La formula non è particolarmente difficile: si tratta dell’ennesimo utilizzo del verbo to have (che può essere reso in qualsiasi tempo compreso quelli continuous), poi il sostantivo che è l’oggetto dell’azione che desideriamo compiere, e infine il participio passato del verbo che rappresenta l’azione stessa. Tre elementi in un ordine fisso. Prima di vedere una selezione di esempi tipici, prendiamo l’esempio tipico del taglio dei capelli e vediamo in quanti modi potremo esprimerlo:

  • Bob cuts his hair once a month. (tecnicamente lo fa lui stesso se viene detto così)
  • Bob si taglia i capelli una volta al mese.
  • Someone cuts Bob’s hair once a month. (accettabile ma c’è quel ‘someone’ che si mette in primo piano)
  • Qualcuno taglia i capelli a Bob una volta al mese.
  • Bob’s hair is cut once a month. (forma passiva: troppo verboso e formale)
  • I capelli di Bob vengono tagliati una volta al mese.
  • Bob has his hair cut once a month. (sicuramente la forma più comune e più orecchiabile)
  • Bob si fa tagliare i capelli una volta al mese.

Continua a leggere…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 agosto 2015 in use of verbs, Verbi

 

Tag: , , , , , ,

To have: uso “dinamico”

NiceDay

PREMESSA

Prima di proseguire bisogna prendere atto del fatto che nel corso della storia della lingua inglese il verbo to have si è diviso effettivamente in due verbi ben distinti: uno è il verbo to have statico e l’altro è il verbo to have dinamico.

Il primo di questi ~ il verbo to have statico ~ esprime, come in italiano, il concetto di possesso. In realtà non si tratta sempre di un vero e proprio possesso: basta pensare alla frase “Bob has two brothers” per capire che a volte si tratta di possesso in un senso piuttosto lato della parola. In ogni caso il fattore fondamentale che distingue questo uso del verbo to have dall’altro è la staticità: non c’è né azionemovimento. Per sapere di più leggere QUI.

L’altro invece ~ il verbo to have dinamico ~ si riferisce chiaramente ad azioni e a movimenti. Questo uso del verbo è relativamente nuovo e potremo dire anche piuttosto idiomatico anche se, nel tempo, è diventato molto diffuso. L’equivalente in questo caso in italiano è generalmente il verbo fare. È questo uso del verbo to have che verrà esaminato qui sotto.


TO HAVE ~ “DINAMICO”

Quanto segue non pretende di essere un’elenco completo di tutte le espressioni idiomatiche in inglese che utilizzano il verbo to have come verbo dinamico, ma dovrebbe illustrare quelle usate più comunamente nell’inglese di ogni giorno. Se pensi che qualche espressione comune manca dalla lista segnala nei commenti e verrà valutata per inclusione in un futuro aggiornamento.

Ricorda che quando il verbo to have viene usato come verbo dinamico, si comporta come ogni altro verbo normale in inglese (con gli ausiliari do, don’t, does, doesn’t, did, didn’t ecc. nelle forme negative e interrogative).

Continua a leggere…

 
14 commenti

Pubblicato da su 12 novembre 2013 in use of verbs, Verbi

 

Tag: , , , ,

To have: uso “statico”

HaveGot

PREMESSA

Prima di proseguire bisogna prendere atto del fatto che nel corso della storia della lingua inglese il verbo to have si è diviso effettivamente in due verbi ben distinti: uno è il verbo to have dinamico e l’altro è il verbo to have statico.

Il primo di questi ~ il verbo to have dinamico ~ si riferisce chiaramente ad azioni e a movimenti. Questo uso del verbo è relativamente nuovo e potremo dire anche piuttosto idiomatico anche se, nel tempo, è diventato molto diffuso. L’equivalente in questo caso in italiano è generalmente il verbo fare. Per sapere di più leggere QUI.

L’altro invece ~ il verbo to have statico ~ esprime, come in italiano, il concetto di possesso. In realtà non si tratta sempre di un vero e proprio possesso: basta pensare alla frase “Bob has two brothers” per capire che a volte si tratta di possesso in un senso piuttosto lato della parola. In ogni caso il fattore fondamentale che distingue quest’uso del verbo to have dall’altro è la staticità: non c’è né azionemovimento. È questo uso del verbo to have che verrà esaminato qui sotto.


TO HAVE ~ “STATICO”

Questo verbo nasce come un ausiliare, simile al verbo to be, e di conseguenza, in teoria, non serve un ausiliare aggiuntivo per elaborare le forme negative ed interrogative:

  • Affermativo: They have a new car. / He has an old dog.
  • Negativo: They haven’t a new car. / He hasn’t an old dog.
  • Interrogativo: Have they a new car? / Has he an old dog?

In realtà è solo la forma affermativa che va bene così: le altre due forme, pur essendo corrette grammaticalmente, hanno un suono decisamente arcaico.

Continua a leggere…

 
1 Commento

Pubblicato da su 5 ottobre 2011 in use of verbs, Verbi

 

Tag: , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: